Sassuolo da sogno, incubo Inter. Pareggiano Fiorentina e Roma


All’esordio in Europa League vince il Sassuolo sull’Athletic ma crolla l’Inter in casa. Pari per Fiorentina e Roma, Mourinho e Balotelli ko

– di Marco Vigarani –

Il gol dell'esordiente Pol Lirola del Sassuolo (ph. Zimbio)

Il gol dell’esordiente Pol Lirola del Sassuolo (ph. Zimbio)

Per completare la prima settimana di impegni internazionali mancava solo l’Europa League, la competizione che vede schierate ben quattro formazioni italiane. Non si può certo dire che siano mancate le sorprese. L’unica positiva per il nostro calcio arriva dal Sassuolo, capace di imporsi in un Mapei Stadium praticamente deserto sull’Athletic Bilbao per 3-0 mandando in gol anche il baby esordiente Lirola: dopo un primo tempo tattico e bloccato (“Non potevamo certo dominarla per tutti i 90 minuti, ma abbiamo fatto un secondo tempo fantastico” ha ammesso Di Francesco), la gara si è sbloccata nella ripresa con tre reti dei neroverdi che continuano così a sognare. Si può invece solo parlare di incubo per l’Inter che a San Siro ha ceduto 0-2 contro gli sconosciuti israeliani dell’Hapoel Beer Sheva. Prova a dir poco imbarazzante per i nerazzurri e soprattutto per il loro tecnico De Boer, autore di una formazione iniziale zeppa di seconde linee che non hanno sfruttato l’opportunità (“Credevo fosse una buona occasione per chi aveva giocato poco” l’autodifesa dell’olandese). Domenica l’avversario dei meneghini sarà la Juventus ed il rischio di rimediare una scoppola pesante è davvero imminente.

Che disastro la prima in Europa dell'Inter (ph. Zimbio)

Che disastro la prima in Europa dell’Inter (ph. Zimbio)

Sicuramente meno emozionante l’esordio in Europa League della Roma che ha rimediato un pareggio per 1-1 in casa del Viktoria Plzen nonostante il vantaggio immediato su calcio di rigore trasformato da Perotti. Giallorossi che si sono fatti riprendere poco dopo e poi hanno viaggiato a corrente alternata rischiando anche qualcosa nel finale. Questo il commento finale di uno Spalletti tradito soprattutto dalle seconde linee: “Se non sei bravo a prendere in mano la situazione, gli altri si buttano al di là dell’ostacolo con l’anima e il corpo e così diventa più difficile“. Ancora meno emozioni e soprattutto assenza totale di gol nella sfida tra Paok Salonicco e Fiorentina per colpa anche della mira storta di Babacar. I greci però non si sono praticamente mai fatti vedere dalle parti di Tatarusanu ed anche per questo motivo il tecnico Sousa nel dopopartita ha detto: “Sono soddisfatto per la partita disputata in un campo difficile e contro una squadra che spinge tanto ed è ben organizzata“. Tra le tante gare andate in scena ieri sera poi come non citare il clamoroso ko dello United in casa del Feyenoord o la delusione del Nizza di Balotelli sconfitto dallo Schalke mentre invece un gol di Pepito Rossi consente al Celta di pareggiare a Liegi e lo Zenit compie una vera impresa rimontando dallo 0-3 al 4-3 contro il Maccabi Tel Aviv.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *