Segna sempre Cutrone: il Milan è in Europa League. Ok anche Mancini


Il Milan vince anche in Macedonia ed entra nel tabellone di Europa League. Passano il turno anche Zenit ed Everton, grande escluso l’Ajax

– di Marco Vigarani –

Il gol di Cutrone che decide la gara di ritorno a Skopje (ph. AC Milan)

A San Siro una goleada, a Skopje un successo di misura e l’Europa League è servita. Il Milan si qualifica con pieno merito al tabellone principale della seconda competizione continentale battendo due volte i malcapitati macedoni dello Shkendija. Ieri sera la gara di ritorno ha regalato ben pochi spunti ed emozioni se non la curiosità di vedere i passi avanti dei rossoneri disposti con il 3-5-2, i primi passi del baby Zanellato ed ovviamente il gol segnato ancora una volta da Patrick Cutrone, nuovo giovanissimo idolo rossonero e protagonista indiscusso dell’estate. Tra tanti campioni acquistati a suon di milioni, l’eroe è un ragazzo uscito dalla Primavera. Proprio del suo baby bomber ha parlato anche Vincenzo Montella commentando la qualificazione: “Tenerlo qui è stata una scelta coraggiosa, è un prospetto volenteroso che vive per il gol e si sacrifica per la squadra. Si sta guadagnando con l’allenamento e con le prestazioni la possibilità di far parte di una rosa importante come quella del Milan. Abbiamo dovuto superare due turni preliminari, ora aspettiamo l’urna di domani. Il Milan ha il dovere di onorare tutte le competizioni ma personalmente l’Europa già in passato mi ha dato tantissime soddisfazioni“.

La serata ha però regalato anche un’altra lunga serie di verdetti tra conferme e grandi sorprese. La grande esclusa dall’Europa League 17/18 è sicuramente l’Ajax che perde con disonore anche in Norvegia lasciando campo libero al Rosenborg ma piange anche il Fenerbahce, eliminato dal Vardar Skopje. Servono invece i supplementari allo Zenit di Mancini per riuscira a centrare la qualificazione con una doppietta di Kokorin così come rischia anche l’Everton pareggiando a Spalato grazie ad una prodezza da metà campo del nuovo arrivato Sigurdsson. Avanti nella competizione anche Athletic Bilbao e Marsiglia al pari dello Sheriff Tiraspol allenato dall’italiano Bordin.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *