Sei personaggi in cerca di… Italia


Da Balotelli a Jovetic, da Cuadrado a Reina: la sessione estiva di calciomercato ha evidenziato una nostalgia per il nostro campionato da parte di tanti campioni, partiti a cercare fortuna altrove e tornati in Italia per ritrovare il sorriso

– di Luigi Polce –

La vita è un po’ come il calcio, lo sentiamo dire spesso. Lo diceva anche lo scrittore francese Jean Paul Sartre, che affermava che “il calcio è una metafora della vita”. Perché proprio come nella vita di tutti i giorni, nella quale ci troviamo spesso a discutere sui difetti dell’Italia per poi sentirne prontamente la nostalgia quando ci allontaniamo, anche nel mondo del pallone succede la stessa cosa e la sessione di mercato che si concluderà lunedì ne è un esempio. Sei campioni, tutti con storie diverse ma tutti accomunati dalla voglia di tornare in Italia dopo aver tentato la fortuna altrove, senza grossi successi. Perché in fondo, qui in Italia, non si sta poi così tanto male.

Pepe Reina torna al Napoli dopo un anno al Bayern (ph. Zimbio)

Pepe Reina torna al Napoli dopo un anno al Bayern (ph. Zimbio)

Pepe Reina – Andando in ordine di ruoli, iniziamo dalla porta e soffermiamoci su Reina, portiere spagnolo classe ’82 il quale, partito da Napoli un’estate fa per andare al Bayern a fare il vice di Manuel Neuer – dove ha collezionato solo 3 presenze e un’espulsione in Bundesliga -, non si è lasciato scappare l’occasione di tornare nella città partenopea, dove nel frattempo tra i pali del San Paolo si erano alternati Rafael Cabral e Andujar, entrambi con risultati modesti. Messe dunque da parte le incomprensioni col patron De Laurentiis, l’estremo difensore ha potuto riabbracciare Napoli dichiarando ai microfoni della Gazzetta dello Sport: “Una volta che arrivi a Napoli e impari a conoscerla, la accetti e la apprezzi per quello che è: fantastica, caotica, a volte anche folle”. Se non è amore questo…

Juan Guillermo Cuadrado –  La Colombia è un posto più lontano dall’Italia rispetto alla Spagna, ma la voglia di Cuadrado di tornare a giocare in Serie A è la stessa di quella di Reina. Dopo il trasferimento a gennaio al Chelsea di Josè Mourinho, che per lui ha sborsato qualcosa come 32 milioni di euro, la Juventus fiuta l’affare e lo preleva in prestito, con l’obiettivo di riscoprire quel talento ammirato a Firenze. Che sicuramente non lo accoglierà benissimo vista la rivalità tra Fiorentina e Juventus, ma questa è un’altra storia.

Jovetic è tornato in Serie A segnando il gol vittoria per l'Inter (ph. Serie A)

Jovetic è tornato in Serie A segnando il gol vittoria per l’Inter (ph. Serie A)

Stevan Jovetic – Un altro ex Fiorentina che torna in Italia dopo una parentesi poco felice in Premier League. Dopo i gol e le magie in maglia viola, nell’estate del 2013 si trasferisce al Manchester City, che per lui spende oltre 30 milioni di euro. Tra concorrenza, infortuni e una vena realizzativa smarrita, l’esperienza inglese non si rivela proficua per l’attaccante montenegrino, che allora decide di tornare in Italia sposando la causa dell’Inter. Subentrato a Icardi causa infortunio nel match contro l’Atalanta di domenica scorsa, è subito decisivo regalando i tre punti ai nerazzurri con una perla delle sue a tempo praticamente scaduto.

Alberto Gilardino – Vecchia conoscenza del Bologna, dopo il trasferimento in Cina al Guangzhou Evergrande decide di tornare a calcare i campi della massima serie italiana, tornando nel mercato di riparazione alla Fiorentina dove colleziona 14 presenze e 4 reti. Terminato il prestito, la voglia di Italia è ancora tanta nell’ex Parma, che dopo l’interessamento del Carpi adesso è ad un passo dal Palermo, dove bisogna colmare il vuoto lasciato da Dybala e Belotti. Pronto per il Gila un contratto triennale, che di fatto gli permetterebbe di chiudere la carriera nel Bel paese.

Goran Pandev – Eroe del Triplete nell’Inter di Mou, solo un anno fa lasciava Napoli e la Serie A per accasarsi in Turchia, al Galatasaray. Solo 4 presenze in campionato e un ruolo da comprimario fanno propendere la sua scelta verso il Genoa, che lo accoglie in squadra mettendolo subito al centro dell’attacco. Lui ringrazia, affermando alla Gazzetta: “Sono felice di essere tornato in Italia e di essere approdato in una piazza importante come il Genoa. Ho passato un anno bruttissimo al Galatasaray, ma questo ormai appartiene al passato”.

Mario Balotelli con la maglia del Liverpool (ph. Zimbio)

Mario Balotelli con la maglia del Liverpool (ph. Zimbio)

Mario Balotelli – Senza ombra di dubbio, il ritorno più clamoroso tra quelli appena elencati. Dopo una trattativa lampo, l’ex City fa il percorso Milano-Liverpool al contrario e dopo solo un anno torna in quella che ha sempre definito la sua squadra del cuore, tra lo scetticismo generale dopo un anno a dir poco negativo passato sulle sponde del Mersey. E’ l’ultimo, l’ultimissimo treno da prendere, e non può più sbagliare.

A questi appena elencati, potrebbero aggiungersi altri tre calciatori. Stiamo parlando di Lavezzi, Lamela e Borini, che sperano di trovare un posto nella nuova Inter di Mancini per poter tornare a respirare l’aria della Serie A. Per un calciomercato sempre più a tinte nostalgiche nei confronti del nostro tanto discusso, ma comunque amato, campionato.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *