Sentenze rapide e Serie A salva


Le procure esamineranno rapidamente i casi legati a Catania e “Dirty Soccer” ma faranno slittare le decisioni da Cremona che riguardano l’Atalanta preservando l’inizio della Serie A

– di Marco Vigarani –

Il presidente del Catania Pulvirenti (ph. tg24.sky.it)

Il presidente del Catania Pulvirenti (ph. tg24.sky.it)

La prossima stagione della Serie A dovrebbe essere salva e, pur essendo estremamente compressa per dare spazio agli Europei del 2016, non richiederà ulteriori modifiche per esigenze legate alle vicende giudiziarie che ammorbano ormai da anni il nostro calcio. L’indicazione infatti è quella di trattare in tempi diversi i casi delle Procure coinvolte in base al tipo di responsabilità riconosciuta al club indagato.

I primi processi pertanto riguarderanno i casi di responsabilità diretta dai quali emergeranno probabilmente modifiche nelle classifiche della stagione scorsa e quindi retrocessioni e ripescaggi. Si tratta nello specifico delle inchieste condotte sul comportamento del presidente del Catania Pulvirenti e sul caso “Dirty Soccer” di competenza della procura di Catanzaro. Il procuratore Palazzi ha scelto di procedere con una sorta di rito abbreviato nel quale si dovrà rispondere obbligatoriamente alla prima convocazione oppure presentare una memoria entro le 48 ore successive. La missione è quella di far partire i deferimenti nel mese di luglio per poi dare la possibilità al Consiglio Federale del 4 agosto di fissare i processi.

Il procuratore Stefano Palazzi  (ph. Zimbio)

Il procuratore Stefano Palazzi (ph. Zimbio)

Solo successivamente verranno poi presi in esame i casi di responsabilità oggettiva tra i quali spiccano le nuove carte prodotte dalla Procura di Cremona riguardo al calcioscommesse che coinvolgono l’Atalanta. In particolare è finita sotto inchiesta una gara contro il Crotone ignorata finora che aveva indotto il Cagliari a chiedere sostanzialmente il blocco nella compilazione dei calendari per la prossima stagione di Serie A fino ad un primo pronunciamento delle autorità. Non sarà però questa la strada da percorrere e, in caso di condanna, l’Atalanta verrà penalizzata nel corso della prossima Serie A che quindi è destinata ad iniziare regolarmente il 23 agosto per concludersi il 15 maggio 2016.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *