Sepang, Vettel riporta la vittoria alla Ferrari


Con un capolavoro strategico, Vettel e il team Ferrari riportano la vittoria a Maranello che mancava dal 2013. Gran rimonta di Raikkonen che dall’ultimo posto, chiude quarto

– di Massimo Righi –

Vettel festeggia col muretto la vittoria di Sepang (ph AFP)

Vettel festeggia col muretto la vittoria di Sepang (ph AFP)

I primi sentori che la Ferrari potesse essere competitiva in questo 2015, si erano avuti nelle prime sortite pre campionato e a Melbourne, poi a Sepang è arrivata la conferma. Sebastian Vettel ha vinto una gara straordinaria, mostrandosi impeccabile e supportato da un muretto decisivo nello spingere il tedesco al successo, grazie ad una strategia rivelatasi decisiva. La Ferrari ha vinto sulla pista, senza aiuti, e anche Raikkonen ha dimostrato l’affidabilità di una vettura che dall’ultimo posto ha chiuso un gradino sotto al podio, rimontando la griglia con caparbietà.

La svolta decisiva sulle sorti del Gran Premio, ha avuto luogo dopo cinque giri. Ericsson sbaglia una manovra e finisce fuori pista, entrano gru e safety car e molti entrano ai box. Vettel rimane e opta per le due soste, diversamente dalle Mercedes che ne fanno tre. La scelta migliore si rivela quella della scuderia italiana che con le gomme morbide, ben supportate dalle vetture, ha staccato Hamilton, costretto invece a montare le dure per poter ricucire un ritardo di poco più di 13’’ che si è poi rivelato incolmabile. Saranno diverse le lamentele in radio del pilota inglese per le gomme.

“Si ragazzi! Grazie, grazie, dai! Forza Ferrari!”, così ha detto Vettel nel team radio dopo l’arrivo, in italiano. La Ferrari torna così al successo 676 giorni dopo l’ultima volta, a Barcellona, con Alonso nel 2013. Anche lo stesso Vettel non vinceva dallo stesso anno ad Interlagos, in quella gara che gli consegnò il 4° titolo mondiale. Menzione anche per Raikkonen dopo una rimonta straordinaria dall’ ultimo posto quando, toccato da Nasr, è stato costretto a fermarsi ai box e a ripartire dal fondo. Maranello può tornare a sperare nel Mondiale: con due piloti ed una macchina così è legittimo.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *