La Serie B dei veterani, Comotto, Taddei, Matuzalem e gli altri


Arriva un momento nella carriera di un atleta in cui ci si rende conto di non poter più essere un fattore determinante nella massima serie e si deve compiere una scelta. Piuttosto che vivere da comprimari le ultime stagioni sportive c’è chi sceglie di continuare ad essere protagonista scendendo di categoria per rimettersi in discussione ed affrontare nuove sfide.

di Marco Vigarani

Francelino Matuzalem, neoacquisto del Bologna

Francelino Matuzalem, neoacquisto del Bologna

La Serie B che sta per iniziare vedrà impegnato un gran numero di veterani della categoria superiore che hanno vissuto annate da veri protagonisti arrivando in alcuni casi a sfiorare il traguardo delle 300 presenze. Il recordman in tal senso sarà Gianluca Comotto dall’alto delle sue 277 gare disputate in Serie A tra Vicenza, Torino, Reggina, Ascoli, Fiorentina e Cesena. Confermato dal Perugia, l’esterno troverà in spogliatoio la compagnia di un altro veterano come Rodrigo Taddei, abbandonato clamorosamente dalla Roma dopo ben nove stagioni in giallorosso impreziosite dalla conquista di una Coppa Italia e una Supercoppa. Con le sue 272 presenze in A, l’italobrasiliano per una sola partita in meno si colloca al terzo posto nella classifica degli ex della massima divisione italiana alle spalle del mediano Manuele Blasi che oggi veste la maglia del Varese dopo tredici stagioni e mezzo vissute difendendo i colori di ben dieci diverse squadre. Per il centrocampista nel 2005 ci fu anche la conquista dello Scudetto, poi revocato, con la maglia della Juventus in cui allora militava anche l’uruguaiano Ruben Olivera, oggi al Brescia dopo 126 gare in Serie A e la vittoria anche del titolo nel 2003 sempre in bianconero.Le Rondinelle lombarde possono contare anche su Andrea Caracciolo, altro veterano con 231 presenze in sei squadre diverse ed anche campione europeo Under 21 nel 2004. Questa vittoria fu condivisa con il fantasista Alessandro Rosina, protagonista a sua volta di 185 match di A e oggi acquistato dal Catania per provare a conquistare subito la promozione componendo un tandem micidiale insieme alla punta Emanuele Calaiò che ha alle spalle 176 gare di massima serie con le maglie di Torino, Napoli, Siena e Genoa. La squadra siciliana è sicuramente quella più ricca di uomini d’esperienza visto che al momento ha in rosa anche il regista Francesco Lodi con le sue 151 gare in prima classe ed il veterano Almiron che occupa la quinta posizione in classifica dall’alto delle sue 226 presenze. Esaminando tale graduatoria troviamo ancora un atleta in grado di superare quota 200 partite in Serie A ovvero il neoacquisto bolognese Matuzalem (223) che ha nel suo palmares anche una Coppa Italia e una Supercoppa con la maglia della Lazio. Sempre a Bologna, per provare a lottare per il ritorno in Serie A, ci sono anche l’attaccante Robert Acquafresca (190 gare in A) e l’esterno Gyorgy Garics (182) mentre un’altra pretendente per la promozione ha deciso di puntare sull’esperienza del difensore Matteo Contini e le sue 191 presenze nel massimo campionato: si tratta dell’agguerrito Bari di Mangia. Il Livorno proverà ad affidarsi invece alla guida del centrocampista Marco Biagianti (171 in A) ma anche la Cenerentola Virtus Entella ha pensato di puntare sulla leadership difensiva di Leandro Rinaudo che ha alle spalle nove stagioni e 123 incontri in Serie A anche con maglie prestigiose come quelle di Napoli e Juventus. Pur essendo ancora aperto il calciomercato, appare evidente quindi che tante formazioni del prossimo campionato di Serie B abbiano deciso di inserire o conservare nel proprio organico atleti provenienti dalla categoria superiore nella speranza di trarre dalla loro esperienza la spinta decisiva per distaccarsi dalle concorrenti per i rispettivi obiettivi stagionali. Chi avrà successo e chi invece avrà speso soltanto risorse inutilmente?

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *