Serie D e stangata per Teramo e Savona


Mano pesante del procuratore Palazzi su Teramo e Savona per le quali è stata richiesta la retrocessione in Serie D con una super penalizzazione

– di Marco Vigarani – 

Il procuratore Stefano Palazzi  (ph. Zimbio)

Il procuratore Stefano Palazzi (ph. Zimbio)

Dopo la clemenza dimostrata nei confronti del Catania e del suo collaborativo ex presidente Pulvirenti, ieri la Procura Federale ha invece dato prova di saper usare anche il pugno di ferro in altri casi. Sono infatti assolutamente esemplari le pene richieste per Savona e Teramo, società ree di aver aggiustato lo scontro diretto dello scorso 2 maggio che aveva consentito agli abruzzesi di conquistare la prima promozione in Serie B della loro storia. Il procuratore aggiunto Gioacchino Tornitore, parlando in nome e per conto di Stefano Palazzi, ha richiesto pene severissime tanto per i due club quanto per i singoli indagati. Per il Teramo è stata chiesta la retrocessione all’ultimo posto in classifica dell’ultimo campionato di Lega Pro e 20 punti di penalizzazione da scontare nel prossimo campionato di Serie D mentre invece per il Savona sarebbero soltanto 10 le lunghezze in meno nella stessa categoria.

Luciano Campitelli, presidente del Teramo (ph. Il Centro)

Luciano Campitelli, presidente del Teramo (ph. Il Centro)

I diretti protagonisti della vicenda rischiano di subire un trattamento altrettanto severo  in particolare i due presidenti Luciano Campitelli e Aldo Dellepiane, accusati entrambi di responsabilità diretta e pertanto indirizzari verso l’inibizione di 5 anni più richiesta di preclusione. Per quanto riguarda le altre richieste avanzate della Procura Federale, ci sono inibizioni e squalifiche da 6 mesi a 4 anni e mezzo (unite ad ammende di diversi importi) per otto protagonisti a vario titolo della combine mentre invece l’ex tecnico del Savona Corda ha visto premiata la sua collaborazione alle indagini con la richiesta di squalifica per 1 anno e 3 mesi sfruttando l’articolo 24 che ha già portato a graziare Pulvirenti. Infine i club dei tesserati deferiti (ovvero Barletta, L’Aquila e Luparense) dovrebbero scontsre un solo punto di penalizzazione nel prossimo campionato. Le sentenze sono attese tra il 17 ed il 21 agosto.

Print Friendly



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *