Serie A disastrosa nei ricavi da sponsor


Gli sponsor bocciano la Serie A che guadagna metà della Bundesliga ed un quarto della Premier League. Peggio solo l’Eredivisie olandese

– di Marco Vigarani –

Premier

A guidare il gruppo c’è come sempre la Premier League che guadagna il quadruplo della Serie A

Nel mondo del calcio esistono numerose strade per trarre profitto da una squadra ma il più classico resta sempre la sponsorizzazione che trova posto sulle maglie da gioco durante la stagione. Nel corso degli ultimi anni abbiamo assistito ad esperimenti di varia natura più o meno riusciti: dalla rotazione ad intervalli prestabiliti alla proposta di brand legati alla beneficenza. Ad analizzare il mercato delle cosiddette jersey sponsorship europee è stata Repucom, azienda specializzata nel settore, che ha rilevato un incremento complessivo nel giro d’affari dei sei principali campionati continentali che è cresciuto negli ultimi dodici mesi del 13% passando da 736 milioni di euro agli attuali 830. A guidare il gruppo, come prevedibile, c’è la Premier League con 330 milioni di ricavi (ed un aumento del 35%) che equivalgono al 40% del totale, seguita da Bundesliga a quota 168 mentre Liga e Ligue 1 sono quasi appaiate poco sopra i 100 milioni complessivi. Se per i francesi però si tratta di un dato in crescita, per la lega spagnola si rileva un calo del 7%. Leggerissima flessione anche per la nostra Serie A che occupa un misero penultimo posto davanti alla sola Eredivisie olandese: il campionato italiano guadagna appena 83 milioni di euro dalle sponsorizzazioni ovvero un quarto della Premier e metà della Bundesliga.

sponsor europa repucom

Lo studio di Repucom sulle sponsorizzazioni in Europa

Diego Costa escluso da Mourinho: è rottura? (ph. Zimbio)

Yokohama-Chelsea: un matrimonio da 55 milioni di euro (ph. Zimbio)

Un ruolo fondamentale nel mercato delle sponsorizzazioni arriva ovviamente dagli investimenti esteri che quest’anno coprono ben 512 degli 830 milioni complessivi di cui ovviamente più di metà legati soltanto al mercato inglese. Se la Germania sembra poter fare a meno degli sponsor provenienti dall’estero (appena il 24% dei ricavi proviene da oltre confine), quasi tutte le altre realtà devono invece fare i conti con un calo di interesse da parte degli investitori stranieri: in particolare per la Serie A si è passati da 40 a 37 milioni, ancora una volta il penultimo dato tra i sei campionati top in Europa. Da dove arrivano però questi soldi per sovvenzionare le squadre di calcio del Vecchio Continente? Al primo posto troviamo gli Emirati Arabi con 163 milioni seguiti da Germania, Stati Uniti, Gran Bretagna e Giappone che in particolare negli ultimi dodici mesi ha promosso la collaborazione tra Yokohama e Chelsea del valore di 55 milioni di euro. Analizzando infine le categorie di sponsorizzazioni si nota che quasi 200 milioni complessivi arrivano dal settore turistico, anche se in leggero calo rispetto alla scorsa stagione. In netta crescita invece gli investimenti provenienti dal comparto automotive e betting che hanno rispettivamente quadruplicato e triplicato le spese di sponsorizzazione.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *