Sfida all’ultimo recupero tra Allan e Poli, Bologna non pervenuto in attacco


I due centrocampisti Poli e Allan sfoderano una prova di grande sostanza ma il Bologna ancora una volta fatica tanto senza produrre azioni pericolose

– di Marco Vigarani –

Andrea Poli si conferma imprescindibile per il centrocampo rossoblù (ph. Schicchi)

Come per il risultato, anche nei dati statistici il finale della gara di ieri sera ha sicuramente peggiorato le valutazioni sulla prestazione del Bologna che per almeno un’ora ha retto il campo contro il Napoli, squadra nettamente più forte. Il 41% di possesso palla rossoblù ne è prova parziale ma è da sottolineare ancora una volta la scarsissima propensione a gestirla nella metà campo offensiva (appena 4’26”) a testimonianza che questa squadra per ora vive di folate offensive più che di vere e proprie azioni. A parte un paio di occasioni infatti la fase d’attacco è stata prevalentemente appannaggio del Napoli che ha chiuso con più tiri totali (12 a 4), tiri in porta (7 a 2) ed occasioni (11 a 3). Gli uomini di Sarri hanno però anche chiuso la gara con un numero leggermente superiore di palle perse (36 a 30) e passaggi sbagliati (34 a 29) a conferma della fatica fatta almeno nel primo tempo ad entrare mentalmente in partita per merito della prova fornita dal Bologna. Praticamente pareggiato il conto dei km percorsi (107,5 per i padroni di casa e 107,1 per gli ospiti), si può evidenziare ancora una volta la buona compattezza della formazione di Donadoni che ha mantenuto i reparti ad una distanza media di 28,5 metri tenendo il baricentro sui 44 metri di campo.

Le statistiche di Bologna-Napoli offerte dalla Lega Serie A

Come detto, l’unica squadra che ha davvero attaccato ieri sera è stato il Napoli e ne è conferma l’elenco di otto partenopei che hanno scoccato almeno un tiro contro i soli tre rossoblù a tentare la sorte. Nella lettura dei dati dei singoli atleti però meritano una sottolineatura le prestazioni fornite da due gladiatori del centrocampo. Da una parte Andrea Poli e dall’altra Allan che hanno chiuso la gara con 10 recuperi a testa ai quali l’ex milanista ha anche aggiunto la miglior performance atletica complessiva con 11,8 km percorsi complessivamente. Alle sue spalle in questa classifica troviamo il compagno Pulgar (11,7) e l’avversario Insigne (11,6). Il centrocampista cileno del Bologna spicca però anche per le ben 6 palle perse (di cui una assolutamente sanguinosa) che lo rendono il peggiore insieme a Di Francesco mentre sull’altra sponda i più imprecisi sono stati Mertens e Jorginho.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *