Sliding doors: Verdi e il Torino, Mazzarri e il Bologna


Verdi ha esordito in A in granata, Mazzarri ha iniziato la carriera in rossoblù: le sliding doors di questo Torino-Bologna

– di Marco Vigarani –

Cristaldo sfida l’ex rossoblù Moretti nell’ultimo successo del Bologna in casa del Torino (ph. Zimbio)

STORIA – La sfida di questa mattina sarà decisamente un’incognita per il Bologna alle prese con un avversario che ha cambiato allenatore da circa 48 ore. La storia però sorride inequivocabilmente al Torino che si è aggiudicato 30 dei 59 precedenti di una gara storica perdendo appena 9 volte a fronte di 20 pareggi. Già questi dati basterebbero a certificare la difficoltà dell’impegno ma possiamo anche notare che nell’ultimo mezzo secolo esatto i rossoblù hanno vinto in casa dei granata soltanto in tre occasioni: nel 1967, nel 1980 e nel 2014. Anche il conto dei gol pende decisamente dalla parte dei padroni di casa che hanno realizzato complessivamente 96 reti subendone appena 51.

STATISTICHE – Se siete amanti delle scommesse, potreste apprezzare questi due dati: da una parte il Torino è sempre andato in gol nelle ultime 12 sfide casalinghe contro il Bologna in A, dall’altro è la squadra che ha pareggiato di più in Europa nel 2017 e l’avversario odierno non pareggia in trasferta dallo scorso aprile. State già correndo a giocare X GOL? Interessante anche rilevare che si affrontano oggi due tra le squadre che finora hanno segnato meno su palla inattiva nella stagione 2017/18 ma anche che il Bologna, dopo la sfida contro l’Udinese, è la squadra che ha usufruito di più autoreti avversarie in questo campionato. Ecco come sempre i tabellini degli ultimi sei Torino-Bologna in A:
2016/17 – 28 agosto 2016, 5-1 (Belotti, Taider, Belotti, Martinez, Baselli, Belotti)
2015/16 – 28 novembre 2015, 2-0 (Belotti, Vives)
2013/14 – 9 febbraio 2014, 1-2 (Immobile, Cristaldo, Cristaldo)
2012/13 – 11 novembre 2012, 1-0 (D’Ambrosio)
2008/09 – 10 maggio 2009, 1-1 (Rosina, Di Vaio)
2001/02 – 6 aprile 2002, 1-1 (Scarchilli, Cruz)

Un giovanissimo Simone Verdi posa in maglia granata (ph. Sky)

EX – Il conto degli ex è piuttosto breve ma comunque interessante. Tra i padroni di casa troviamo Emiliano Moretti, ormai veterano della difesa che ha disputato a Bologna la sua prima annata da titolare inamovibile nel 2003/04 in prestito dal Parma. Per gli ospiti invece ovviamente occhi puntati su Simone Verdi che ha militato nel Torino dal 2011 al gennaio 2013 conquistando la promozione dalla B ed esordendo nella massima categoria l’anno successivo. Sarebbe stato ovviamente ex anche Sinisa Mihajlovic ma lo è altrettanto anche il suo successore Walter Mazzarri che dal 1996 al 2001 ha lavorato a Casteldebole insieme a Ulivieri e Buso come collaboratore tecnico, vice, allenatore dei portieri ed anche tecnico della Primavera.

ALLENATORI – Proprio il bilancio del neo tecnico granata è perfettamente in equilibrio nelle sfide contro il Bologna (6 vittorie, 4 pareggi e 6 sconfitte) mentre invece risulta nettamente positivo in quelle con il collega Roberto Donadoni (6 vittorie, 3 pareggi e 3 sconfitte). L’allenatore dei rossoblù non ha avuto finora a sua volta grande fortuna nelle partite contro il Torino (4 vittorie, 2 pareggi e 7 sconfitte).

ARBITRO – Chiudiamo la presentazione con qualche nota su Antonio Damato, 45enne di Barletta che ha esordito in A circa 11 anni fa collezionando da allora 187 presenze. Entrambe le contendenti odierne non possono certamente sorridere per la designazione visti i precedenti piuttosto negativi sia per il Torino (4 vittorie, 6 pareggi e 9 sconfitte) che per il Bologna (5 vittorie, 3 pareggi e 7 sconfitte).

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *