Spalletti bestia nera di Donadoni ma l’Inter è ad un passo dal record negativo


Donadoni non ha mai battuto Spalletti che però rischia di far segnare il periodo più lungo senza vittorie nella storia dell’Inter

– di Marco Vigarani –

Ivan Perisic è andato a segno negli ultimi due Inter-Bologna (ph. Zimbio)

STORIA – La statistica è chiara: il Bologna riesce a battere l’Inter a San Siro soltanto una volta ogni sette tentativi. Sono 70 i precedenti ed appena 10 le vittorie rossoblù contro le 39 dei padroni di casa completate da 21 pareggi. Altrettanto negativa la differenza reti con 111 firmate dai meneghini ed appena 64 dei felsinei. Nessuno vuole eccedere nel pessimismo, ma anche vedere che negli ultimi vent’anni il campionato ha regalato soltanto tre vittorie al Bologna fa capire perfettamente la difficoltà dell’impegno odierno per i ragazzi di Donadoni. Per provare a fare il colpaccio però la statistica consiglia una tattica precisa: non subire gol. Quasi sempre infatti i rossoblù sono tornati a casa con tre punti grazie a successi di misura colti per 1-0.

STATISTICHE – I numeri del campionato in corso però inducono al timore anche l’Inter che viene da otto turni senza successi con un record negativo assoluto già eguagliato. Come se non bastasse poi i nerazzurri non hanno mai segnato più di una rete a partita nelle ultime quattro sfide giocate a San Siro mentre il Bologna ha subito almeno due reti nelle ultime cinque trasferte. Curiosamente poi il match odierno metterà di fronte la squadra che finora ha effettuato più cross su azione (Inter a quota 500) e quella che invece ne ha tentati di meno (Bologna con 232). Due nomi a cui fare attenzione in casa nerazzurra sono quello di Antonio Candreva che ha stabilito il suo record negativo in A non segnando da 29 partite ma anche quello di Ivan Perisic, giustiziere del Bologna nelle ultime due gare disputate a San Siro come potete vedere dagli ultimi tabellini:
2016/17 – 25 settembre 2016, 1-1 (Destro, Perisic)
2015/16 – 12 marzo 2016, 2-1 (Perisic, D’Ambrosio, Brienza)
2013/14 – 5 aprile 2014, 2-2 (Icardi, Cristaldo, Icardi, Kone)
2012/13 – 10 marzo 2013, 0-1 (Gilardino)
2011/12 – 17 febbraio 2012, 0-3 (Di Vaio, Di Vaio, Acquafresca)
2010/11 – 15 gennaio 2011, 4-1 (Stankovic, Milito, Eto’o, Eto’o, Gimenez)

La stretta di mano all’andata tra Donadoni e Spalletti (ph. SkySport)

EX – Poker di ex interisti oggi a disposizione di mister Donadoni che si troverà in imbarazzo soprattutto per il reparto offensivo. La scelta sarà infatti tra Mattia Destro (cinque anni di settore giovanile nerazzurro senza mai esordire in prima squadra) e Rodrigo Palacio (169 presenze e 58 reti tra 2012 e 2017). In difesa dovrebbe invece trovare posto Ibrahima Mbaye (due anni di giovanili e 9 apparizioni tra 2012 e 2015), solo panchina probabilmente per il regista Lorenzo Crisetig (quattro anni di vivaio interista ma soltanto 1 presenza nel 2011/12).

ALLENATORI – Nella sfida tra panchine può sicuramente sorridere Luciano Spalletti finora imbattuto dal collega Roberto Donadoni (3 vittorie e 4 pareggi) il quale a sua volta soffre tremendamente le sfide contro l’Inter (4 vittorie, 4 pareggi e 9 sconfitte). Bilancio invece piuttosto equilibrato per il tecnico nerazzurro nelle tante partite disputate contro il Bologna (8 vittorie, 9 pareggi e 7 sconfitte).

ARBITRO – La direzione odierna è affidata al 39enne romano Paolo Valeri, arbitro esperto che ha collezionato 153 partite in Serie A dal 2007 ad oggi. Tanti precedenti con il fischietto capitolino sia per l’Inter (9 vittorie, 9 pareggi e 6 sconfitte) che per il Bologna (4 vittorie, 4 pareggi e 7 sconfitte) ed anche una sfida a campo invertito terminata senza reti nel 2010.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *