Sprint Bologna a centrocampo: Crisetig, El Kaddouri e Duncan


Il Bologna ufficializza Da Costa e intanto trova l’accordo con l’Inter per Crisetig, chiede Duncan alla Sampdoria e parla con il Napoli di El Kaddouri e De Guzman. Più Hernandez di Okaka

– di Marco Vigarani –

Da Costa, neo portiere del Bologna (ph bolognafc.it)

Da Costa resta al Bologna fino al 2018 (ph bolognafc.it)

Continua ad avanzare a rilento il mercato del Bologna che ieri ha comunicato un’ufficializzazione scontata ma prima del weekend potrebbe apportare qualche correttivo soprattutto a centrocampo con innesti provenienti da Inter, Sampdoria e Napoli. In attacco invece i rossoblù dovranno probabilmente cambiare strategia.

Porta chiusa – Ieri pomeriggio il Bologna ha ufficializzato l’accordo con Angelo Da Costa per il rinnovo del suo contratto fino al 2018. Si tratta di un passo importante compiuto dal club rossoblù che lega a sè il portiere brasiliano per i prossimi tre anni esattamente come aveva fatto in precedenza con lo svincolato Mirante. A meno di clamorose debacle, gli emiliani hanno deciso di chiudere definitivamente il capitolo porta non solo per questa stagione ma anche per quelle successive mandando contestualmente in archivio qualsiasi speranza di rilancio di Stojanovic.

Lorenzo Crisetig è ad un passo dal Bologna (ph. ZImbio)

Lorenzo Crisetig è ad un passo dal Bologna (ph. ZImbio)

Crisetig ok, Duncan vicino – Ribadito che l’accordo con Matuzalem per la permanenza del brasiliano non è affatto vicino, il Bologna intanto si è tutelato facendo passi in avanti decisivi per l’acquisto di Lorenzo Crisetig. Il regista classe 1993 nelle prossime ore tornerà all’Inter sciogliendo il prestito biennale al Cagliari e successivamente passerà a titolo temporaneo ai rossoblù che avranno l’obbligo di riscatto condizionato ad una cifra sui 4 milioni di euro. Da questi rinnovati buoni rapporti con l’Inter potrebbe scaturire anche l’approdo in Emilia dell’attaccante Puscas come riserva per il centravanti titolare che ancora non è stato acquistato. Restando a centrocampo però il Bologna ha presentato anche alla Sampdoria una proposta da 5 milioni di euro per l’intero cartellino di Alfred Duncan: in questo caso le parti sembrano piuttosto vicine sul piano della valutazione economica e non sussistono problemi con il ragazzo che percepisce un ingaggio assolutamente in linea con i parametri rossoblù e ha ottimi rapporti personali con Mbaye.

De Guzman è in uscita dal Napoli (ph. Zimbio)

De Guzman è in uscita dal Napoli (ph. Zimbio)

Asse con Napoli – Il Napoli continua ad insistere per poter ottenere il cartellino di Marios Oikonomou che però a Casteldebole viene valutato ben oltre i 5 milioni di euro. Pertanto il club partenopeo sta studiando un’offerta piuttosto articolata che possa convincere i rossoblù a privarsi del centrale greco. Oltre al prestito del fantasista Omar El Kaddouri, gli azzurri potrebbero inserire nell’offerta anche il tuttofare Thomas De Guzman con la medesima formula ed in entrambi i casi le due società concorderebbero sin da ora la cifra per l’eventuale riscatto (in questo caso facoltativo) al termine della stagione. Va precisato però che il Napoli in questo momento sta provando ad utilizzare De Guzman come pedina di scambio anche con il Genoa per arrivare a Perotti.

Hernandez ha già lavorato con Rossi al Palermo (ph. Zimbio)

Abel Hernandez piace al Bologna ma dovrebbe ridursi l’ingaggio (ph. Zimbio)

Hernandez supera Okaka – Con ogni probabilità non sarà Stefano Okaka il prossimo attaccante del Bologna visto che il Watford avrebbe non solo raggiunto l’accordo con la Sampdoria per l’acquisto del cartellino a circa 3 milioni di euro (la stessa cifra chiesta ai rossoblù) ma soprattutto avrebbe stimolato l’interesse del giocatore con un contratto di lunga durata e di importo vicino alle sue richieste che non sono mai scese sotto il milione annuo. Ecco allora che Corvino potrebbe tornare a battere la pista che conduce ad Abel Hernandez, attaccante uruguaiano per il quale è già stato raggiunta un’intesa di massima con l’Hull City sulla base del prestito con diritto di riscatto. L’attaccante piace molto anche al Torino che l’ha inserito nella sua lista dei desideri ma in questo momento dovrebbe anche abbassare le pretese sull’ingaggio visto che nell’ultima stagione ha percepito più di 2 milioni di euro.

L'esultanza di Sansone (ph. LaPresse)

L’ex Sansone potrebbe andare al Bari (ph. LaPresse)

Altre trattative – In attesa di sfoltire il parco attaccanti, Corvino continua a pressare l’amico e collega Foschi per ottenere una corsia preferenziale verso l’ingaggio di Gregoire Defrel sul quale però è prevista una nuova offensiva in contanti e senza contropartite della Sampdoria qualora riuscisse a cedere in tempi brevi Okaka. Si complica invece la strada per arrivare a Kingsley Coman che non solo piace a Genoa, Sassuolo e Palermo ma ha attirato anche le attenzioni del Bayern Monaco mentre in Sudamerica sono ancora convinti che Juan Manuel Vargas, svincolato dalla Fiorentina, possa approdare al Bologna nei prossimi giorni anche se i rossoblù non sono intenzionati a pareggiare l’ultimo ingaggio percepito di 800mila euro annui. Giampaolo Pazzini ha ricevuto un’offerta importantissima del Verona ed infine l’ex Gianluca Sansone resta fuori dal progetto della Sampdoria ma potrebbe tornare in Serie B per vestire la maglia del Bari.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *