Sprofondo Impact: ultimo posto a -6 dai playoff nonostante Dzemaili


Sconfitti 4-1 a Columbus, ora gli Impact sono ultimi e staccati dalla zona playoff. Non è bastato l’impatto di Dzemaili

– di Marco Vigarani –

Montreal Impact sconfitti ed ora ultimi in classifica (ph. TVA Sports)

Il Bologna non ha certo regalato grandi emozioni al presidente Saputo nel corso dell’ultima stagione tanto che lo stesso imprenditore italocanadese ha ammesso appena un mese fa: “Ogni domenica per me è stato difficile guardare il Bologna perché pensavo di avere una squadra migliore di quanto visto sul campo“. Eppure sembra che il peggio dovesse ancora arrivare visto che la stagione dei Montreal Impact ha preso davvero una piega imprevista. Sfiorato il successo in MLS nella scorsa finale playoff contro Detroit, quest’anno i ragazzi di coach Biello hanno avuto un avvio decisamente in salita trovando il primo successo soltanto alla sesta giornata e da allora collezionando appena altri tre colpi da bottino pieno. Nella notte di domenica è arrivato il quinto ko stagionale per 4-1 sul campo del Columbus Crew (in rete anche il fratello di Higuain con una doppietta) e con esso anche l’ultimo posto in classifica nella Eastern Conference a pari merito con il DC United che sarà proprio il prossimo avversario diretto.

Dzemaili ha già collezionato 2 gol e 4 assist (ph. USA TODAY Sports)

C’è evidentemente ancora tempo per recuperare visto che mancano 19 giornate al termine della stagione regolare ma attualmente si è già aperto un piccolo divario rispetto alla zona playoff che dista attualmente 6 punti. I Montreal Impact sembrano faticare a trovare la quadratura del cerchio soprattutto in difesa visto che in appena due occasioni sono stati in grado di uscire dal campo senza aver subito gol tanto da chiedersi se non possano trovare fondamento le voci sul passaggio di Gastaldello alla franchigia canadese. Privati per un mese del loro bomber Mancosu, i ragazzi in azzurro, bianco e nero hanno però avuto un impatto devastante da Blerim Dzemaili che in appena cinque presenze in campionato ha già collezionato 2 gol e 4 assist vincenti confermando l’eccezionale stato di forma psicofisica mostrato già a Bologna. Non può però bastare il centrocampista svizzero a guidare i compagni verso la risalita e magari proprio il mercato estivo potrebbe garantire un nuovo innesto in grado di innalzare ulteriormente il livello della squadra: c’è posto in rosa infatti per un terzo ed ultimo designated player. Sarà Sneijder ad occuparlo?

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *