Squadre corte e combattive, il Bologna si è aggrappato a Dzemaili


I dati presentano una gara equilibrata tra Bologna e Palermo con Dzemaili tra i protagonisti assoluti per km, occasioni e falli subiti

– di Marco Vigarani –

Fasi di lotta tra i veterani Maietta e Diamanti (ph. Zimbio)

Fasi di lotta tra i veterani Maietta e Diamanti (ph. Zimbio)

Vincere 3-1 spesso significa dominare la partita e fare una fatica minima per portare a casa il successo. Il Bologna ieri però ha sudato per riuscire ad ottenere questo risultato al cospetto di un Palermo non particolarmente pericoloso ma comunque battagliero come dimostra il dato del possesso palla favorevole ai rosanero per il 53% con due quarti di supremazia in chiusura di entrambi i tempi di gioco. Anche sul piano della pericolosità offensiva gli uomini di De Zerbi tutto sommato hanno retto l’urto dei padroni di casa con 7 tiri di cui 5 in porta contro gli 8 di cui 6 nello specchio dei felsinei. Bologna e Palermo sono state anche particolarmente accorte sul piano tattico mantenendo i reparti estremamente compatti (26 metri di lunghezza per i rossoblù e 25 per i rosanero) ed attestandosi su un baricentro medio equilibrato (circa 51 m) così come il dato sulla performance atletica è sostanzialmente equivalente (104,63 per il Bologna e 103,8 per il Palermo). Equilibrio anche tra palle perse e recuperate ma quello che fa pendere l’ago della bilancia dalla parte dei calciatori di Donadoni è stato probabilmente la determinazione che li ha visti protagonisti sia di 17 azioni di pressing contro 8 che di eseguire 14 ripartenze da recupero.

Le statistiche di Bologna-Palermo offerte dalla Lega Serie A

Le statistiche di Bologna-Palermo offerte dalla Lega Serie A

Primo gol nel Bologna per Blerim Dzemaili (ph. Zimbio)

Primo gol nel Bologna per Blerim Dzemaili (ph. Zimbio)

Passando all’analisi dei singoli atleti spiccano le tante occasioni avute dai centravanti Destro e Nestorovski (2 a testa come Viviani) ma anche la buona intesa della catena di sinistra del Bologna che ha prodotto 4 cross equamente suddivisi tra Masina e Rizzo. Il grande ex della gara di ieri, Alino Diamanti, si è fatto vedere pochissimo e spicca soltanto nelle statistiche delle palle perse e recuperate: è infatti al top in entrambe le categoria (7 perse e 6 recuperate). Bene in fase di copertura il terzetto Maietta-Nagy-Viviani autore di ben 15 recuperi su 31 complessivi del Bologna mentre invece Destro ha perso 6 palloni risultando inoltre anche il calciatore più falloso dell’incontro. Il più maltrattato dagli avversari? Blerim Dzemaili che è anche stato l’autore della miglior performance in assoluto con 10,99 km percorsi e, come il compagno Federico Viviani, ha messo a segno il suo primo gol in maglia rossoblù. Al secondo posto il palermitano Henrique seguito da Krejci, Hiljemark, Masina e Rizzo: tutti sopra i 10,5 a testa.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *