Stagione quasi finita per Destro: tocca a Floccari e Acquafresca


Frattura al piede per Destro che starà fuori oltre un mese e forse chiude in anticipo la stagione dando l’addio all’Europeo. Ora il Bologna si affida a Floccari e rispolvera Acquafresca

– di Marco Vigarani –

Destro paga a caro prezzo il pestone subito da Miranda (ph. Schicchi)

Destro paga a caro prezzo il pestone subito da Miranda (ph. Schicchi)

Accomunati nel destino sul campo ed ora anche in infermeria. Destro ed Icardi hanno legato i propri destini sul prato di San Siro con un doppio infortunio sicuramente insolito che ha privato entrambe le squadre del centravanti e che ora costerà ad entrambi gli atleti almeno un mese di stop. L’ansia di Bologna per le condizioni del suo numero 10 ha trovato purtroppo piena giustificazione poco fa quando la nota ufficiale sul sito del club ha confermato per la punta una frattura scomposta della falange prossimale del terzo dito del piede destro. In soldoni per Destro significa stare fuori dal campo quattro/cinque settimane ma in realtà i tempi esatti di recupero verranno accertati solo in itinere visto che l’entità dell’infortunio non permette una diagnosi certa. Il timore fondato è che l’attaccante possa quindi chiudere con ampio anticipo la propria stagione visto che la Serie A tramonterà fra soli due mesi ma certamente si azzerano già ora per lui le possibilità di vestire la maglia azzurra al prossimo Europeo in Francia. Si tratta di un duro colpo per un Bologna già in evidente affanno e a caccia di nuove risorse soprattutto mentali per finire degnamente la stagione ma l’assenza di Destro non può e non deve fornire un alibi alla squadra che anzi deve trarre nuova spinta da questo incidente di percorso e dimostrare di non dipendere inscindibilmente da nessuno dei suoi componenti.

Sarà Sergio Floccari a caricarsi sulle spalle l'attacco rossoblù (ph. Zimbio)

Sarà Sergio Floccari a caricarsi sulle spalle l’attacco rossoblù (ph. Zimbio)

Domani alle 10:30 a Casteldebole si ricomincerà a lavorare ed il tecnico Donadoni studierà le alternative a disposizione per sostituire Destro. Il sostituto naturale, arrivato nel mercato di gennaio proprio con questo compito, è Sergio Floccari che già a San Siro ha rilevato l’ex romanista al momento dell’infortunio: l’esperto attaccante calabrese dovrà dimostrare però maggiore verve ed implementare una condizione fisica apparsa appannata rispetto alle prime gare disputate in rossoblù. Rientrerà però nelle rotazioni anche Robert Acquafresca, ragazzo legato al Bologna da un contratto oneroso fino al 2017 e rimasto in rosa nonostante i tentativi operati in inverno per cederlo da parte del ds Corvino. L’ex punta del Cagliari viene da anni di scarsa produttività e nelle ultime otto gare era rimasto addirittura fuori dai convocati ma dovrà necessariamente riprendersi un posto in rosa senza dimenticare che proprio con Donadoni in Sardegna nel 2010/11 ha vissuto uno dei periodi più prolifici della sua carriera con 25 presenze, 7 gol e 3 assist. In alternativa il mister rossoblù potrà inventare anche qualche soluzione più fantasiosa magari impiegando in posizione di falso centravanti Brienza o Mounier sfruttando in particolare il passato da attaccante del transalpino che però ha al massimo giocato da seconda punta ai tempi del Montpellier affianco a Niang o Camara. Altra via sarebbe il cambio di modulo da attuare sfruttando la sosta di fine mese ma per il momento si cercherà di non sprecare tutto il lavoro tecnico-tattico fatto finora e proseguire sulla strada intrapresa.

Print Friendly, PDF & Email



One thought on “Stagione quasi finita per Destro: tocca a Floccari e Acquafresca

  1. Curreli Pietro Luigi

    Donadoni è giusto che richiami Acquafresca,con lui potrebbe,potrebbe potrebbe esplodere, conoscendolo bene ai tempi del Cagliari,nessun altro allenatore non ha mai creduto in lui , ne uscirà con tanti gol e con la salvezza del Bologna

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *