Stasera Bologna-Pavia per la Coppa Italia


Presentazione della gara di stasera tra Bologna e Pavia valevole per il terzo turno di Coppa Italia: Rossi sfida Marcolini

– di Marco Vigarani –

Vittoria convincente del Pavia sul Poggibonsi in Coppa Italia  (ph. Pavia Calcio)

Il Pavia finora ha battuto Poggibonsi e Latina (ph. Pavia Calcio)

Inizia ufficialmente questa sera la stagione del Bologna che scenderà in campo sul terreno neutro di Vicenza (inviolato lo scorso anno in campionato nella sfida ai biancorossi di Marino conclusa 0-0) per la gara contro il Pavia valevole per il terzo turno di Tim Cup. Si tratta di un incontro assolutamente inedito nella storia del calcio italiano visto che non solo la compagine lombarda non ha mai partecipato alla Serie A, ma non ha neanche mai affrontato un avversario proveniente dalla massima categoria neanche negli incroci estivi della Coppa Italia. Il Pavia è infatti un club che ormai da decenni galleggia nei campionati inferiori tanto da far risalire addirittura al 1955 la sua ultima partecipazione alla Serie B anche se la nuova proprietà cinese vorrebbe ridare dignità al Pavia nei prossimi anni.

Alex Pederzoli, unico ex della sfida cresciuto nel Bologna  (ph. Zimbio)

Alex Pederzoli, unico ex della sfida cresciuto nel Bologna (ph. Zimbio)

L’anno scorso gli azzurri hanno sfiorato il ritorno in Cadetteria vedendo il loro sogno infranto solo ai playoff dal Matera ed ora si affidano all’ex centrocampista Michele Marcolini per la nuova stagione. Uomo esperto con oltre 200 presenze in Serie A alle spalle, il tecnico ha forgiato in estate un Pavia spregiudicato che si affida al 3-5-2 e ad alcuni interpreti di buon livello soprattutto in fase offensiva. Se le due gare di Coppa Italia finora disputate hanno dimostrato un buon feeling del tandem offensivo formato dai 26enni Marchi e Cesarini, la stella della squadra è sicuramente il centrocampista Bellazzini, apprezzato per quattro stagioni al Cittadella. Un altro elemento di pregio è anche il terzino classe 1992 Ghiringhelli di scuola Milan ma non si può ignorare la presenza in rosa anche del bomber veterano Soncin ormai 37enne ma con oltre 500 gare da professionista alle spalle. L’unico ex della gara odierna è Alex Pederzoli, prodotto del vivaio del Bologna che nel 2000 passò alla Juventus nell’ambito di un’operazione che coinvolgeva anche Cipriani e Gamberini ma che da allora ha cambiato ben 16 squadre senza riuscire a sfondare.

Matteo Brighi con Marco Di Vaio

Matteo Brighi stasera potrebbe esordire per la seconda volta in rossoblù 

Il Bologna si presenta alla sfida contro il Pavia decisamente incompleto soprattutto nel reparto avanzato che non potrà contare su alcun nuovo innesto proveniente dal mercato estivo ma ha almeno recuperato i centrocampisti Rizzo e Brighi dai rispettivi acciacchi fisici potendo contare così sulla rosa al completo ad eccezione dell’ultimo arrivato Pulgar che ancora non è teserabile per problemi burocratici. La formazione rossoblù dovrà fare molta attenzione a possibili figuracce visto che negli ultimi dieci anni in metà delle occasioni l’avventura in Coppa Italia si è fermata ai primi turni utili. Stasera inoltre il Bologna incontrerà una vecchia conoscenza come il direttore di gara Fabbri di Ravenna (coadiuvato da Peretti, Cariolato e Sacchi) che lo scorso anno ha arbitrato tre volte i felsinei in occasione di altrettanti pareggi, l’ultimo nella decisiva finalissima contro il Pescara che è valsa a Rossi e ai suoi ragazzi il ritorno in Serie A.

Probabili formazioni
Bologna (4-3-1-2) Mirante; Ferrari, Oikonomou, Rossettini, Masina; Brighi, Crisetig, Rizzo; Brienza; Acquafresca Cacia
Pavia (3-5-2) Facchin; Malomo, Biasi, Marino; Ghiringhelli, Cristini, La Camera, Bellazzini, Martin; Cesarini, Marchi

Print Friendly



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *