Storico Leicester: è campione d’Inghilterra!


Con due turni di anticipo, il Leicester si laurea campione d’Inghilterra. Al pareggio contro lo United non risponde il Tottenham che impatta con il Chelsea

– di Marco Vigarani –

Festa a casa di Jamie Vardy per i nuovi campioni d'Inghilterra (ph. Leicester)

Festa a casa di Jamie Vardy per i nuovi campioni d’Inghilterra (ph. Leicester)

Sogno, fantasia, favola: si sono spesi tanti vocaboli in questi mesi per definire la vicenda straordinaria del Leicester di Ranieri. Oggi però l’unico che conta davverò tutto è diventato una magnifica realtà con la squadra del tecnico italiano laureatasi ufficialmente campione d’Inghilterra per la prima volta nella sua storia. C’è qualcosa di magico nell’impresa compiuta da un gruppo che aveva chiuso la scorsa stagione al 14esimo posto e che un anno dopo si è preso di prepotenza il titolo del campionato più bello del mondo: quella Premier League che tutti invidiano e che nessuno ha ancora imparato ad imitare. Si potrebbe parlare della rivincita della classe operaia o del mito di Davide contro Golia, si potrebbe ricordare la vittoria dei tanti scommettitori che oggi si apprestano ad incassare 5000 volte la cifra giocata, si potrebbe citare la carriera incredibile dell’ex dilettante Jamie Vardy o quella di Claudio Ranieri considerato finito in patria ed ora osannato in ogni angolo del pianeta. In queste ore e per le prossime le parole scorreranno a fiumi per raccontare qualcosa di incredibile e forse fondamentalmente inspiegabile. È la magia dello sport e del calcio che ogni tanto permette di vivere emozioni così impensabili. Il Leicester si aggiudica il titolo con pieno ed assoluto merito con due giornate di anticipo rispetto al termine della stagione, avendo acquisito forza dai risultati e convinzione dalle prestazioni. C’è sicuramente tanto merito del tecnico italiano in questo trionfo perchè la parte più difficile del lavoro è spettata a lui: tenere concentrati ed umili un gruppo di ragazzi che ha superato ogni aspettativa e che avrebbe rischiato di bruciarsi da un momento all’altro ma che invece ieri sera era unito davanti al televisore pronto a scatenare la festa. Tutto questo non è successo ed oggi il Leicester è sicuramente la squadra di calcio più famosa ed amata del mondo ma soprattutto è campione.

Claudio Ranieri ha compiuto un'impresa leggendaria con il suo Leicester (ph. SkySport)

Claudio Ranieri ha compiuto un’impresa leggendaria con il suo Leicester (ph. SkySport)

Vardy e compagni, dopo il pareggio ottenuto contro lo United, hanno dovuto attendere l’esito della sfida di ieri sera tra Chelsea e Tottenham con gli ospiti passati sul doppio vantaggio e poi clamorosamente rimontati dai Blues che hanno fatto un regalo a distanza al loro ex allenatore. Ora però i ragazzi di Pochettino dovranno metabolizzare la sconfitta, distendere i nervi e concentrarsi nella difesa di un secondo posto assolutamente meritato ma insidiato seriamente dall’Arsenal che ha ridotto a tre punti il distacco sconfiggendo di misura il Norwich. Tonfo clamoroso invece per il City che, sicuramente troppo concentrato sulla semifinale di Champions League, ha perso 4-2 in casa del Southampton con tripletta di Manè. Inarrestabile invece il West Ham che ha vinto 3-0 sul West Bromwich ma ottimo risultato anche per lo Swansea di Guidolin che ha sconfitto a sorpresa il Liverpool 3-1. A proposito di italiani, il Watford dei Pozzo ha rifilato un 3-2 al già retrocesso Aston Villa, l’ex interista e napoletano Benitez ha vinto di misura con il suo Newcastle sul Crystal Palace ed infine l’attaccante Arnautovic, transitato dalla Milano nerazzurra, è andato a segno in Stoke City-Sunderland, conclusa 1-1. Chiude il quadro il successo per 2-1 dell’Everton sul Bournemouth.

Risultati
Watford-Aston Villa 3-2
Newcastle-Crystal Palace 1-0
Stoke City-Sunderland 1-1
West Bromwich-West Ham 0-3
Everton-Bournemouth 2-1
Arsenal-Norwich 1-0
Swansea-Liverpool 3-1
Manchester United-Leicester 1-1
Southampton-Manchester City 4-2
Chelsea-Tottenham 2-2

Classifica
Leicester 77; Tottenham 70; Arsenal 67; Manchester City 64; Manchester United 60; West Ham 59; Southampton 57; Liverpool 55; Chelsea, Stoke City 48; Everton, Watford 44; Swansea 43; West Bromwich, Bournemouth 41; Crystal Palace 39; Newcastle 33; Sunderland 32; Norwich 31; Aston Villa 16.
(Manchester United, West Ham, Liverpool, Chelsea, Everton, Watford, Sunderland e Norwich una partita in meno)

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *