Subito Floccari al Bologna, poi può arrivare Cerci


Sergio Floccari sarà presto del Bologna che quindi chiude le piste Calleri, Rossi e Gabbiadini. Per l’esterno Cerci può essere l’idea giusta anche se Donadoni sogna Biabiany

– di Marco Vigarani –

Nei prossimi giorni Sergio Floccari è atteso a Casteldebole (ph. Zimbio)

Nei prossimi giorni Sergio Floccari è atteso a Casteldebole (ph. Zimbio)

Il Bologna ha come primo obiettivo di mercato un attaccante che possa giocare non solo al posto di Destro ma anche insieme all’ex romanista creandogli spazi in cui inserirsi nel cuore delle aree di rigore avversarie. In queste settimane sono state vagliate numerose ipotesi ma alla fine la scelta è caduta su Sergio Floccari, 34enne in scadenza di contratto con il Sassuolo per il quale ha recentemente segnato tre reti nelle ultime tre gare di campionato mostrando un ottimo feeling con la rete. Fisicamente integro, tatticamente intelligente e dotato di un buon istinto offensivo sia per il gol che per l’assist, il ragazzo nativo di Vibo Valentia è il profilo giusto per rinforzare la rosa di mister Donadoni che lo ha già conosciuto ed apprezzato a Parma nel 2012 dopo essere subentrato a Colomba sulla panchina gialloblù. Floccari piaceva molto anche al Frosinone ma il Bologna ha superato ogni concorrente trovando con l’entourage del giocatore un accordo per i prossimi 18 mesi per una spesa di ingaggio complessiva pari a circa 1 milione di euro netto bonus compresi. La speranza è quella di vederlo a Casteldebole già dopo Capodanno contando sulla linea morbida di un Sassuolo che non ha mai avuto intenzione di proporre al ragazzo il rinnovo contrattuale e che infatti si sta muovendo in queste ore per prelevare Paloschi dal Chievo.

Può essere Alessio Cerci il prossimo esterno del Bologna (ph. Zimbio)

Può essere Alessio Cerci il prossimo esterno del Bologna (ph. Zimbio)

Con l’arrivo imminente di Floccari, il Bologna chiuderebbe quindi ogni altra idea per l’attacco a partire da Giuseppe Rossi che, tra le numerose proposte ricevute, aveva comunque mostrato grande interesse per l’ipotesi rossoblù. Il brevilineo italoamericano però non convince appieno per ragioni tattiche ma soprattutto fisiche dopo il terzo grave infortunio che lo ha costretto ad una stagione lontano dal campo. Niente da fare neanche per Manolo Gabbiadini, sogno di un’intera città cullato anche dalla famiglia dello stesso attaccante che però viene valutato almeno 20 milioni di euro dal Napoli. Solo un intervento deciso del presidente Saputo potrebbe consentire di rivestire di rossoblù l’attaccante bergamasco che in ogni caso continuerà ad essere monitorato nella speranza di poterlo riportare prima o poi a Casteldebole. Non ci sarebbero margini per riaprire nemmeno la trattativa per Andrej Kramaric, esubero del sorprendente Leicester ed obiettivo di Corvino la scorsa estate. C’è quindi la questione legata a Jonathan Calleri, talento apprezzato che però potrebbe arrivare soltanto in prestito secco dall’Inter con la quale sembra tramontare la sinergia ipotizzata fino a qualche giorno fa. Ranocchia non è convinto e ha ricevuto una proposta migliore dal Siviglia mentre Biabiany è blindato da Mancini nonostante il desiderio forte di Donadoni per il francese: a questo punto per il ruolo dell’esterno si pensa seriamente ad Alessio Cerci, destinato a lasciare il Milan per giocarsi altrove le poche carte rimaste per partire con il gruppo azzurro verso Euro 2016.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *