Super Hamsik abbatte la Russia, Francia fortunata e qualificata


Un grande Hamsik consente alla Slovacchia di battere la Russia. La Francia si qualifica in anticipo battendo l’Albania dopo il pari tra Svizzera e Romania

– di Marco Vigarani –

Gol ed assist ieri per Hamsik contro la Russia (ph. Zimbio)

Gol ed assist ieri per Hamsik contro la Russia (ph. Zimbio)

Al via ieri la seconda giornata di Euro 2016 che ha portato già i primi verdetti e qualche rischio eccellente a partire proprio dalla prima gara. La Slovacchia infatti ha battuto per 2-1 la Russia che ora rischia seriamente l’eliminazione dopo aver mostrato ancora una volta il suo aspetto molle nonostante un paio di buone occasioni avute in avvio di gara. Nell’ultimo quarto d’ora del primo tempo però è arrivato un micidiale uno-due firmato dal centrocampista napoletano Marek Hamsik e la gara ha iniziato a sorridere alla Slovacchia. Prima il partenopeo ha inventato un lancio illuminante dalle retrovie mettendo l’ex pescarese Weiss solo davanti alla porta per una marcatura piuttosto facile, poi si è inventato in prima persona la perla del raddoppio con una conclusione chirurgica e potente da posizione defilata che ha colpito l’interno del secondo palo per gonfiare la rete. Nella ripresa poi la Russia ha provato ad aumentare il tasso tecnico del suo undici incrementando la spinta offensiva ma ha dimezzato lo svantaggio troppo tardi ad appena una decina di minuti dal fischio finale con un colpo di testa di Glushakov. Oggi entrambe le formazioni guarderanno con grande interesse alla sfida tra Inghilterra e Galles.

RUSSIA-SLOVACCHIA 1-2
Russia (4-2-3-1): Akinfeev; Smolnikov, V. Berezutski, Ignashevich, Schennikov (48’Glushakov); Golovin (46’Mamaev),Neustadter; Kokorin (76′ Shirokov), Shatov, Smolov; Dzyuba. Allenatore: Leonid Slutsky
Slovacchia (4-3-3): Kozacik; Pekarik, Skrtel, Durica, Hubocan; Kucka, Pecovsky, Hamsik; Mak (80′ Ďuriš), Duda (67′ Nemec), Weiss (72′ Švento). Allenatore: Jan Kozak
Arbitro: Damir Skomina
Marcatori: 32′ Weiss, 45′ Hamsik (S),81′ Glushakov (R)
Ammoniti: Ďurica (S)

Finisce in perfetta parità tra Svizzera e Romania per 1-1 (ph. Zimbio)

Finisce in perfetta parità tra Svizzera e Romania per 1-1 (ph. Zimbio)

Dalla gara del tardo pomeriggio tra Svizzera e Romania è emerso invece un pareggio che ha in pratica accontentato entrambi gli sfidanti. Gli elvetici infatti sono di fatto sicuri del passaggio del turno mentre i ragazzi di Iordanescu si giocheranno tutto contro l’Albania dopo aver però confermato le buone impressioni regalate già all’esordio con la Francia. Ordine tattico ma anche una discreta qualità di palleggio sono infatti caratteristiche notevoli della compagine balcanica che ieri è passata in vantaggio ancora su rigore grazie a Stancu per poi prendere anche il possesso delle operazioni con una certa disinvoltura. La grossa pecca della Romania è data dalla scarsa incisività offensiva e così ecco che nella ripresa i ragazzi di Petkovic hanno iniziato a prendere coraggio trovando il pareggio con Mehmedi grazie ad un bel diagonale di sinistro a sorprendere il portiere fiorentino Tatarusanu. La Svizzera ha quindi addirittura cercato il colpaccio da tre punti ma gli avversari non hanno offerto il fianco alle sortite elvetiche e chiuso l’incontro meritatamente in parità.

ROMANIA-SVIZZERA 1-1
Romania (4-2-3-1): Tatarusanu; Sapunaru, Chiriches, Grigore, Rat (16′ st Filip); Prepelita, Pintilii (1′ st Hoban); Torje, Stancu (39′ st Andone), Chipciu; Keserü. A disposizione: Gaman, Stanciu, Stanmartean, Moti, Pantilimon, Lung, Alibec, Popa, Matel, Andone. All.: Iordanescu
Svizzera (4-2-3-1): Sommer; Lichtsteiner, Schar, Djourou, Rodriguez; Behrami, Xhaka; Shaqiri (45′ st Tarashaj), Dzemaili (38′ st Lang), Mehmedi; Seferovic (18′ st Embolo). A disposizione: Hitz, Burki, Fernandes, Von Bergen, Frei, Elvedi, Moubandje, Derdiyok, Zakaria. All.: Petkovic
Arbitro: Sergei Karasev (RUS)
Marcatori: 18′ Stancu (R), 12′ st Mehmedi (S)
Ammoniti: Prepelita, Lichtsteiner, Keseru, Grigore (R), Xhaka, Embolo (S)

Esultanza per la Francia che passa sull'Albania e si qualifica per gli ottavi (ph. Zimbio)

Esultanza per la Francia che passa sull’Albania e si qualifica per gli ottavi (ph. Zimbio)

Infine ecco arrivare un’altra vittoria immeritata per la Francia che si è così qualificata per il turno successivo battendo 2-0 l’Albania di mister De Biasi. Carente in fatto di qualità per le scelte del suo ct che ha escluso alcuni talenti dall’undici iniziale, la selezione transalpina ha sofferto tremendamente la prova ordinata degli avversari finendo per subirne le iniziative ed aggrappandosi addirittura alla sorte in avvio di ripresa quando Sagna ha colpito il palo della propria porta per anticipare il pescarese Memushaj. Deschamps quindi ha deciso di porre fine all’esclusione delle stelle Pogba e Griezmann dando un volto ed un’anima alla Francia e guadagnandosi così qualche buona occasione per sbloccare il punteggio. Il vantaggio è arrivato però solo al 90′ con un colpo di testa di Griezmann ed è stato messo al sicuro negli ultimi istanti del recupero con la seconda perla di Payet, ancora in gol con una bella conclusione dopo il missile della sfida inaugurale contro la Romania. La Francia si è quindi guadagnata la qualificazione anticipata agli ottavi mentre invece l’Albania si giocherà tutto nell’ultima gara con la Romania.

FRANCIA-ALBANIA 2-0
Francia (4-2-3-1): Lloris; Sagna, Rami, Koscielny, Evra; Kanté, Matuidi; Coman (23′ st Griezmann), Payet, Martial (1′ st Pogba); Giroud (32′ st Gignac). A disp: Mandanda, Costil, Jallet, Mangala, Digne, Umtiti, Cabaye, Schneiderlin, Pogba, Sissoko. All.: Deschamps
Albania (4-1-4-1): Berisha; Hysai, Ajeti (38′ st Veseli), Mavraj, Agolli; Kukeli (28′ st T. Xhaka); Lila (26′ st Roshi), Abrashi, Memushaj, Lenjani; Sadiku. A disp.: Shehi, Hoxha, Cikalleshi, Aliji, Basha, Kace, Gashi, Balaj. All.: De Biasi
Arbitro: Collum (Sco)
Marcatori: 45′ st Griezmann (F), 51′ st Payet (F)
Ammoniti: Kanté (F), Kukeli, Abrashi (A)

Classifica Gruppo A: Francia 6; Svizzera 4; Romania 1; Albania 0.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *