Super Higuain trascina il Napoli, la Juve insegue. Inter bloccata


Un’altra doppietta dell’argentino regala al Napoli la vittoria sul Sassuolo e il primato mantenuto in classifica. La Juventus insegue infilando la decima vittoria consecutiva ad Udine, mentre l’Inter è salvata a Bergamo da Handanovic. Milan ok sulla Fiorentina, in coda punti pesanti del Carpi

– di Luigi Polce –

La meravigliosa punizione di Paulo Dybala (ph. zimbio)

La meravigliosa punizione di Paulo Dybala: la Juve insegue il Napoli (ph. zimbio)

20 su 20: questo l’incredibile rapporto tra partite giocate e gol realizzati di Gonzalo Higuain, esattamente uno a gara come media. E’ diventata una tassa improrogabile per le squadre che affrontano il Napoli, per informazioni chiedere al Sassuolo di Di Francesco: squadra quadrata, che gioca bene al calcio e che va addirittura in vantaggio al San Paolo, con il rigore trasformato da Falcinelli dopo 3′. Ma è un’illusione che dura poco, perchè un quarto d’ora più tardi il Napoli rimette la partita in equilibrio grazie al primo gol stagionale di Callejon, assistito alla perfezione da Insigne. Poi, per l’appunto, il Sassuolo è chiamato alla cassa: Higuain toglie ogni dubbio sull’esito della partita con un’altra doppietta delle sue, tra il 43′ e il 93′, regalando un’altra gioia al suo pubblico che a fine partita balla assieme al Pipita in quello che ormai è ufficialmente diventato l’inno del Napoli di Sarri. Gli azzurri restano primi a 44 punti, con la Juventus che però tiene il passo: ad Udine arriva la decima vittoria consecutiva per la squadra di Allegri, merito della prima doppietta di Dybala in bianconero e delle reti di Khedira e Alex Sandro, che permettono alla Vecchia Signora di conquistare la seconda piazza in solitaria, complice lo stop dell’Inter che a Bergamo fa solo 1-1, e deve ringraziare uno strepitoso Handanovic in formato Holly&Benji.

Tutta la gioia di Boateng, che torna a segnare con la maglia del Milan (ph. zimbio)

Tutta la gioia di Boateng, che torna a segnare con la maglia del Milan (ph. zimbio)

Quella di ieri è stata una giornata significativa anche per la Roma, con il ritorno di Spalletti che faceva sperare in una pronta risurrezione della squadra giallorossa. Ma Spalletti è un allenatore, non un mago, e la Roma continua a denotare tutti i suoi limiti dell’ultimo periodo andando a sbattere contro un Verona ultimo ma con ancora tanta voglia di lottare: Nainggolan illude, Pazzini su rigore pareggia i conti facendo scivolare De Rossi e soci a -9 dalla vetta. Sorpresa invece nel posticipo, dove la Fiorentina coglie la seconda sconfitta consecutiva al cospetto del Milan: i rossoneri costruiscono la vittoria attorno al gol di Bacca (4′), chiudendo poi gli spazi alla Fiorentina e servendo il bis nel finale di partita, grazie al primo gol dal suo rientro in Italia di Kevin-Prince Boateng. I ragazzi di Mihajlovic tornano a sorridere, portandosi a -3 dal quinto posto della Roma e scavalcando nel frattempo il Sassuolo (battuto a Napoli, ma con una gara in meno) e l’Empoli, fermato sull’1-1 dal Chievo.

Ritorno positivo in Italia anche per Immobile (ph. zimbio)

Ritorno positivo in Italia anche per Immobile (ph. zimbio)

Per quanto riguarda il resto del programma, da segnalare il ritorno al gol di Ciro Immobile, che fa subito felici i tifosi del Torino nel 4-2 al Frosinone, con Belotti in grande spolvero e autore di una doppietta. Crolla il Palermo, che nonostante l’ennesimo cambio in panchina incassa 4 reti contro il Genoa: in gol per i liguri l’ex Milan Suso, Rincon e Pavoletti, che con una doppietta rafforza la sua candidatura per la maglia azzurra. Rincorrono un posto per gli Europei anche Giaccherini e Destro, entrambi in gol nel Bologna che chiude il primo tempo in doppio vantaggio contro la Lazio. L’ex Pioli nell’intervallo azzecca i cambi, e negli ultimi venti minuti (complice l’espulsione di Masina che genera il rigore siglato da Candreva) rimette in piedi la situazione, rischiando addirittura di vincerla. Infine, colpo del Carpi che batte la Sampdoria (2-1), scavalca il Frosinone e si mette in scia del Palermo quartultimo, in una corsa verso una salvezza non più così impossibile.

Risultati: Atalanta-Inter 1-1; Torino-Frosinone 4-2; Napoli-Sassuolo 3-1; Genoa-Palermo 0-4; Bologna-Lazio 2-2; Carpi-Sampdoria 2-1; Chievo-Empoli 1-1; Roma-Hellas 1-1; Udinese-Juventus 0-4; Milan-Fiorentina 2-0

Classifica: Napoli 44; Juventus 42; Inter 40; Fiorentina 38; Roma 35; Milan 32; Sassuolo, Empoli 31; Lazio 28; Chievo 27; Torino, Atalanta 25; Udinese 24; Sampdoria, Bologna 23; Genoa 22; Palermo 21; Carpi 17: Frosinone 15; Hellas Verona 9

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *