Supercoppa A2: Fortitudo in finale, battuta Mantova 80-67


La squadra di Boniciolli batte Mantova 80-67 e oggi affronterà nella finale Scafati, che ha avuto la meglio su Treviso per 66-85 dopo due supplementari

-Calogero Destro-

Coach Boniciolli in conferenza stampa post partita

Coach Boniciolli ha guidato la Fortitudo alla finale di Supercoppa

Traballante e poco convincente nelle partite non ufficiali, mentalità totalmente diversa appena il pallone, invece, comincia a pesare sul serio: sono i due volti della Fortitudo vista dalle sconfitte pre-campionato ad oggi, nella gara contro Mantova valevole per l’accesso alla prima, storica finale di Supecoppa di lega A2. I ragazzi di Boniciolli si sono imposti sui lombardi per 80-67, sfoderando una prestazione importante, fatta di grinta, orgoglio e voglia di lottare anche contro le difficoltà (pesanti, infatti, le defiances di Ruzzier e Italiano, che hanno costretto il coach triestino a una rotazione molto ridotta)

Chiavi tattiche- La “F” è riuscita ad agguantare la finale grazie soprattutto ad una fase difensiva caratterizzata dal pressing a tutto campo, dalla maggiore energia sotto i tabelloni e nelle palle contese. Segnali incoraggianti dunque, anche visto e considerato che nella metà campo offensiva si puo’ solo migliorare. Sugli scudi sicuramente c’è Knox, che ha messo a referto 18 punti con un ottimo 7/12 al tiro, dominando nell’aria avversaria. Discreta partita anche per Roberts (che però non sembra aver convinto del tutto Boniciolli, almeno stando alle sue dichiarazioni nel post). Da segnalare anche la prestazione di Mancinelli (22 + 9 per lui!) che d’esperienza e classe ha saputo trascinare i suoi in alcuni momenti fondamentali del match. Performance sottotono invece per Raucci e Montano, mentre apprezzabile la gara di Gandini, che forse non è stato così appariscente ma si è reso utile in quelle piccole ma fondamentali cose in grado di far girare una partita (sporcare un pallone, bloccare duro). Oggi la decisiva finale contro Scafati, che ha battuto 86-85 Treviso in una partita infinita, avendo la meglio dei veneti solo dopo due supplementari. Un test che darà già qualche indicazione importante prima che si inizi a fare sul serio anche in campionato.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *