Tacopina: “Cerco investitori per Palermo, ma io resto a Venezia”


L’ex presidente rossoblù Joe Tacopina, attualmente alla guida del Venezia, ammette di essere stato contattato da Zamparini per cercare nuovi investitori da portare a Palermo

– di Luigi Polce –

Tacopina, attualmente alla guida del Venezia (ph. sporteconomy)

Tacopina, attualmente alla guida del Venezia (ph. sporteconomy)

Dopo le esperienze a Roma e soprattutto a Bologna, Joe Tacopina si è creato una certa popolarità nell’ambiente dei calciofili italiani: c’è a chi sta simpaticissimo, e chi invece lo vede con diffidenza. Sta di fatto che l’avvocato newyorchese è una presenza ormai stabile nel nostro calcio. Attualmente presidente del Venezia Calcio, con l’obiettivo di tirar fuori la società dalle sabbie mobili della serie D e regalarle un futuro radioso, Tacopina è stato contattato dal patron Maurizio Zamparini per prendersi cura in prima persona della cessione del Palermo, come ammesso dallo stesso Joe ieri a Trapani. Queste le sue dichiarazioni, riportate da Livesicilia.it: “Abbiamo avuto un incontro con Zamparini, Maurizio mi ha chiesto di trovare possibili investitori americani interessati al Palermo. Per me l’opportunità del calcio italiano è ottima, ci sono già due squadre con proprietà straniere come Roma e Bologna. “Ci sono così tanti siciliani emigrati in America che potrebbero ritenere il Palermo un’opportunità interessante, ma finora abbiamo avuto solo incontri preliminari: bisogna lavorarci tanto e far capire il potenziale di questa società. Non interessa solo il bilancio, ma anche la classifica. Io ho comprato il Bologna in Serie B ed è stato meglio così, ma per il Palermo non è lo stesso. Per il caso del Bologna è stato meglio perché il prezzo era molto basso. Palermo invece è una grande opportunità. Si tratta di una delle principali città italiane con una grande fan-base, una delle città più famose in Italia ed essendoci così tanti siciliani in America, penso che ci sia gente interessata grazie alle proprie origini. So che Saputo ha origini palermitane, forse l’ho portato troppo presto a Bologna…”.

A Tacopina dunque il compito di trovare acquirenti che possano regalare un futuro sicuro e solido dal punto di vista economico a questo Palermo, senza però il minimo pensiero di entrare concretamente nel progetto: testa e cuore di Joe, al momento, sono concentrate tutte sul Venezia: “Io sono di Brooklyn e vedo spesso gente andare in giro con la maglia rosanero. Però non ho mai pensato di acquistare il Palermo. Sono contento del Venezia, è un progetto a lungo termine e adesso siamo in Serie D. Con Perinetti però speriamo di arrivare in B in due anni e mezzo”. Obiettivi chiari per un Tacopina che vuole sempre più diventare parte integrante del calcio italiano: “Sono innamorato del calcio italiano, ma ci sono tantissimi problemi che spero un giorno di poter risolvere. Questo è uno dei tanti motivi per cui ho deciso di entrare a far parte nel mondo del calcio italiano”. Tra Venezia e Palermo, per un pallone nostrano pronto a diventare sempre più straniero.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *