Tacopina e Saputo: “Avanti insieme per anni”


Il presidente Tacopina ed il socio Saputo hanno fatto chiarezza sul loro rapporto e sul futuro del Bologna in una nota ufficiale

Tacopina e Saputo il giorno della presentazione del nuovo corso

Tacopina e Saputo il giorno della presentazione del nuovo corso

È comparsa in giornata sul sito del Bologna una nota ufficiale volta a tranquillizzare ambiente e tifosi in merito ai rapporti tra il presidente Joe Tacopina ed il socio forte della cordata americana Joey Saputo. Questo il testo: “Si è scritto tanto sui rapporti tra di noi in questi giorni. Perciò è doveroso essere chiari: fin dall’inizio siamo stati soci e amici e la cosa non è cambiata. I nostri colloqui delle ultime sei settimane sono serviti a gettare le basi, in un clima di assoluta collaborazione, per assicurare al Bologna Fc 1909 una struttura solida per il futuro, in linea con la storia del nostro Club. Provvederemo ad assicurare le adeguate risorse finanziarie alla Società per molti anni. Teniamo a precisare, inoltre, che tutte le questioni relative al trasferimento di proprietà da “Bologna 2010” saranno risolte in tempi brevissimi“. La firma in calce è duplice: Joe Tacopina e Joey Saputo.

Ora è quindi lecito attendere un ritorno in città dei due soci al massimo per i primi giorni della prossima settimana per dare seguito con i fatti alla nota. Dovranno essere ufficializzate infatti le nomine di Pantaleo Corvino e di Marco Di Vaio all’interno del nuovo organigramma rossoblù ma saranno da onorare anche gli accordi presi con la precedente proprietà per il completamento dell’aumento di capitale. Inoltre, dal punto di vista prettamente economico, il 15 dicembre andrà rispettata la prossima scadenza per il pagamento degli stipendi ma soprattutto sarà necessario definire un budget per operare sul mercato di gennaio al fine di rinforzare la rosa e lanciare la definitiva scalata alla promozione in Serie A.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *