Tacopina: “La Virtus è una grande opportunità, sono ottimista”


Al termine dell’incontro con Basciano e Bucci, l’avvocato Joe Tacopina mostra ottimismo riguardo le possibilità di un’operazione ed apprezzamento per il lavoro svolto

– di Marco Vigarani –

Nuova promozione in Lega Pro ieri per Tacopina a Venezia (ph. Il Gazzettino)

Tacopina è ottimista dopo l’incontro con Basciano e Bucci per parlare del futuro della Virtus (ph. Il Gazzettino)

Sono bastate appena un paio d’ore a Joe Tacopina per percepire l’importanza della possibilità che si prospetta nell’intervento che potrebbe rilanciare la Virtus Bologna. Il presidente della Fondazione Pietro Basciano ed il numero uno del club Alberto Bucci hanno raggiunto il proprietario del Venezia e già salvatore del Bologna a Mestre per un incontro che ha fatto seguito ai contatti telefonici dei giorni scorsi. Iniziata verso le 17, la riunione si è conclusa da pochi minuti e, pur non avendo portato a passi decisivi, ha lasciato un’ottima sensazione ai protagonisti in particolare all’avvocato italoamericano che non ha esitato a spiegare: “Dopo questo incontro devo dire che sono davvero ottimista riguardo questa opportunità che si è presentata. La Virtus è un club storico con un potenziale enorme molto simile a quello del Bologna che ebbi modo di incontrare un paio d’anni fa. Ora attendo di ricevere entro la prossima settimana alcuni documenti che possano permettere a me e ai miei soci negli Stati Uniti di valutare la fattibilità economica e i dettagli dell’operazione. Posso però affermare senza ombra di dubbio che è stato compiuto un grande lavoro di risanamento dei conti del club rispetto al recente passato“. Servirà ancora tempo per capire se Tacopina potrà e vorrà imbastire un’operazione di rilancio (termine sicuramente più corretto rispetto al salvataggio operato a suo tempo con il Bologna) ma il primo contatto diretto tra le parti lascia ben sperare in un esito positivo e l’entusiasmo mostrato dal professionista statunitense è sintomo di un interesse già chiaro. Su quali cifre si dovrà ragionare? Di base bisognerà capire quanto investire nella Virtus e nel basket italiano sia una scelta in grado di generare profitti futuri al netto delle spese che il club deve e dovrà continuare a sostenere nei prossimi anni. Non è stato fissato un nuovo appuntamento ufficiale ma le parti sono rimaste d’accordo di sentirsi entro pochi giorni per procedere nello studio di questa operazione ma intanto domani si riunirà a Bologna l’assemblea dei soci della Fondazione Virtus per affrontare le esigenze immediate e capire se siano disponibili i fondi per accedere ad un eventuale ripescaggio al posto di Caserta.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *