Tevez: “Tornare al Boca? Una scelta di m….”


L’ex attaccante della Juventus, tornato in estate al Boca Juniors, ha ammesso di essersi pentito per la scelta effettuata, parlando poi anche del suo passato e della Copa America che spera di giocare con la sua Argentina

– di Luigi Polce –

Tevez si è pentito della scelta di tornare al Boca Juniors (ph. telegraph)

Tevez si è pentito della scelta di tornare al Boca Juniors (ph. telegraph)

Tempi duri per Carlos Tevez. Sicuramente diversi rispetto a quando, con la maglia della Juventus, metteva a ferro e fuoco le difese di tutta Italia e non solo, con il sogno del Triplete sfumato proprio sul più bello nella finale di Champions League persa, lo scorso maggio, contro i fenomeni del Barcellona. In estate la scelta di cuore e il ritorno al Boca Juniors, squadra con la quale l’Apache è diventato grande, ma la favola non ha avuto il lieto fine, almeno fino a questo momento: gli Xeneizes, allenati dall’ex Palermo Guillermo Barros Schelotto, sono ottavi in classifica e hanno gravi problemi a livello finanziario. Tevez ripensa allora alla decisione di abbandonare la Juventus, ancora prima in serie A e che ha trovato in Dybala l’erede praticamente perfetto di Carlitos: “A volte penso che tornare al Boca Juniors sia stata una scelta di m… Sono qui per il club e per la famiglia, sono ritornato per restare ma se dico che c’è il 2% di probabilità che me ne vada allora succede un casino tremendo” ha ammesso l’ex bianconero in una lunga intervista concessa a TycSports, nella quale ha parlato anche del suo passato e delle vistose cicatrici visibili sul collo: “Tante persone mi hanno chiesto perché non mi sono operato. Ero piccolo, la mia famiglia aveva pochi soldi. E poi quando le guardo mi danno forza, mi ricordano quanto ho dovuto sopportare da piccolo e come l’ho superato”. Nonostante le difficoltà del suo Boca e i dubbi legati al futuro, la concentrazione va tutta alla Copa America in programma la prossima estate, alla quale Tevez spera di partecipare con la maglia della sua Argentina: “Penso di avere il 50% di possibilità di giocarla – ha ammesso l’Apache – ma dovrò stare bene vista la tanta concorrenza, bisogna dare il 1000 per mille per la maglia. Messi? Giocare con lui è facile ma anche difficile, visto che fa un altro sport”.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *