Tifosi di Chelsea e Barcellona in guerra per le tshirt


Ricarichi pesanti sulle nuove divise di Chelsea e Barcellona spingono i tifosi a vibranti proteste. Nel mirino sia Nike che Adidas

– di Marco Vigarani –

Chelsea (ph. Adidas)

Chelsea chiede 90 sterline per la tshirt 2016/17 più altre 14 per le scritte (ph. Adidas)

Ormai praticamente tutti i team più importanti d’Europa hanno già presentato la nuova divisa per la prossima stagione e dato il via alle vendite di un oggetto che ogni anno riscuote grande successo tra i tifosi più accaniti che non vogliono perdere l’occasione di inserire nel proprio armadio un pezzo di storia della loro squadra del cuore. In questi giorni però ci sono anche alcuni sostenitori sul piede di guerra contro i rispettivi club per l’aumento spropositato dei prezzi delle nuove divise: stiamo parlando nello specifico di Chelsea e Barcellona. Nel caso della nuova squadra di Antonio Conte, i tifosi britannici lamentano un prezzo davvero eccessivo per la versione Premium della nuova casacca firmata Adidas ovvero la replica esatta di quella utilizzata dai calciatori durante la stagione. La maglia del Chelsea è stata infatti messa in commercio a 90 sterline alle quali vanno poi aggiunte ulteriori 17 per farci scrivere nome e numero: il totale dell’esborso sale così ad una cifra pari a 140€. Tra le voci critiche anche quella dell’ex attaccante Collymore (“Follia assoluta, pura avidità” il tweet laconico ma efficace) alle quali il club ha risposto con un comunicato in cui si precisa che però la maglia in versione replica semplice ha mantenuto un costo più contenuto pari a 55 sterline. Spiegazioni che comunque non convincono affatto i sostenitori dei Blues.

Barcellona (ph. Nike)

La nuova maglia del Barcellona costa addirittura 170€ (ph. Nike)

Ancor più complicata invece la situazione del Barcellona che nei mesi scorsi, sedendosi al tavolo delle trattative con il main sponsor Qatar Airways per chiedere un ritocco nelle cifre del contratto, ha tentato un bluff millantando un’offerta più ricca da parte di un’altra azienda. Scoperto l’inganno, i rapporti si sono chiusi ed ora il club blaugrana si ritrova momentaneamente senza un brand da inserire sulla magliette e pertanto la Nike ha dovuto produrre migliaia di capi privi di tale ornamento. Se il Barcellona però nelle prossime settimane troverà uno sponsor, ecco che le tshirt vendute potranno essere rese ai negozi per far completare la stampa causando una rilevante spesa aggiuntiva per la nota azienda statunitense che però ha trovato il modo per “vendicarsi” in anticipo. Il prezzo di vendita della maglietta del Barcellona è infatti stato stabilito in 170€, cifra assolutamente fuori mercato che ha sollevato una marea di critiche. Anche il sindaco Ada Colau non ha mancato di far sapere il proprio disappunto per questa scelta mentre i tifosi commentavano ironicamente segnalando che il prezzo della maglia è oggi pari a quello di tre biglietti per l’ingresso allo stadio.

Print Friendly



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *