Torna la MotoGP: di nuovo Lorenzo vs Rossi, speranze Ducati


Dopo le polemiche torna in pista la MotoGP. Rossi di nuovo contro Lorenzo e gli spagnoli con Ducati e Suzuki pronte ad inserirsi. Michelin nuovo fornitore unico e software uguali

– di Marco Vigarani –

Lorenzo festeggia ad Aragona e si avvicina a Rossi (ph. Gazzetta dello Sport)

Lorenzo sarà ancora una volta l’uomo da battere per Rossi e Marquez (ph. Gazzetta dello Sport)

Già ricordato l’appuntamento con il ritorno della Formula 1, va segnalato anche il secondo grande appuntamento di un fantastico weekend di motori che segna l’inizio della nuova stagione. Torna infatti anche la MotoGP e lo fa sul circuito di Losail dopo alcune sessioni di prova che hanno dato risposte variegate lasciando all’asfalto qatariota l’ultima parola sui veri valori dei nuovi bolidi. Le novità di questa stagione sono intanto di natura tecnica visto che è stata introdotta l’elettronica unica per tutte le scuderie ed il nuovo fornitore di pneumatici Michelin ha imposto un cambio nelle gomme passando da 16,5 pollici a 17. Le altre variazioni prendono invece spunto dal finale rovente dell’ultima annata e prevedono la cancellazione delle penalizzazioni nel gp successivo a quello dell’infrazione mentre la direzione di gara dovrà limitare i propri verdetti agli errori evidenti che non necessitano di un approfondimento di indagine ed i piloti dovranno evitare di lasciarsi andare a dichiarazioni troppo ribelli. Il gruppo dei 21 protagonisti è ancora in massima parte composto da spagnoli, nove contro quattro italiani, e quasi la metà dei concorrenti ha vinto in carriera almeno un titolo professionistico.

Iannone e Dovizioso in posa con la nuova moto (ph. Ducati)

Iannone e Dovizioso possono contare su una moto che ha fatto passi avanti importanti (ph. Ducati)

Arriviamo quindi alla griglia di partenza ideale della nuova MotoGP che vede ancora una volta davanti a tutti il campione in carica Jorge Lorenzo tallonato dal compagno di squadra e rivale Valentino Rossi a caccia di vendetta per la beffa subita pochi mesi fa. Sperando che l’aspetto puramente sportivo prenda il sopravvento sulle rivalse personali, va sottolineato che anche i test hanno sottolineato una volta di più il dominio della Yamaha sulle concorrenti contro una Honda che sembra per il momento pagare il momento non positivo di Marc Marquez, il quale sta faticando ad adeguarsi alle novità tecniche introdotte. C’è poi un clima di ottimismo attorno alla nuova Ducati che ha fatto passi avanti da gigante in pochi mesi e, se riuscirà ad evitare le noie meccaniche dei test, potrà consentire a Dovizioso e Iannone di divertirsi e far divertire tutti i tifosi italiani. Attenzione però anche alla Suzuki, migliorata nelle prestazioni per consentire alla stellina Vinales di mettersi in mostra. Un aspetto decisamente importante di questa stagione però sarà anche la scadenza del contratto di tutti i big del circus che porterà entro l’estate ad una caccia alla firma senza quartiere con ripercussioni inevitabili anche sulla stagione in corso.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *