Trapani-Bologna, le voci dei protagonisti


Al termine del fortunoso pareggio conquistato a fatica in casa del Trapani, nel post partita sono intervenuti il tecnico Diego Lopez ed i difensori Morleo e Oikonomou

– di Massimo Righi –

Diego Lopez nel post partita

Diego Lopez nel post partita

Ancora uno 0-0 per il Bologna, questa volta esterno, dopo i quattro rimediati in casa. Ecco le parole di Diego Lopez a seguito della scialba prova del suo Bologna, letteralmente surclassato dal Trapani nella ripresa: “Non sono soddisfatto per come sono andate le cose, ci teniamo il punto. Dovevamo fare meglio, gli spazi c’erano ma sono stati bravi loro a metterci in difficoltà. Il Trapani ha cambiato allenatore e questo ha dato una scossa; mi aspettavo una squadra agguerrita, che in casa concede poco, visto che hanno perso solo una volta. Eravamo arrivati per vincere, invece abbiamo faticato: le ripartenze per esempio, andavano sfruttate meglio invece abbiamo tenuto troppo palla rallentando l’azione. Laribi non è andato bene quand’è entrato? Doveva fare meglio, come tutti gli altri. Le scelte che faccio dipendono dall’allenamento, lo dico sempre, ma non abbiamo ripetuto quanto fatto in settimana anche in partita. Preoccupato? No, dobbiamo pensare a noi e non ai risultati delle altre e la pressione c’è sempre sin dal giorno del mio arrivo. È normale in una piazza come Bologna. Da Costa bravo? Certo così come Gastaledello che per me ha giocato bene e sta crescendo da quando è arrivato: sappiamo tutti cosa ci può dare e che tipo di giocatore è. Cosa dicevo ad Oikonomou? Gli spiegavo, quando ci siamo messi a 3, come doveva mettersi per non concedere spazio agli attaccanti lungo linea”.

Archimede Morleo al rientro in campo

Archimede Morleo al rientro in campo

In mixed zone invece, hanno parlato i rientranti Archimede Morleo e Marios Oikonomou. Ecco le parole del capitano felsineo: “Volevamo a tutti i costi vincere ma loro sono stati più bravi e più pericolosi di noi, specie sui piazzati. Alla fine è stato un buon punto, pensiamo subito al Livorno. Si poteva vincere, abbiamo anche cambiato modulo che avevamo provato in settimana ma non ci siamo riusciti, merito anche del Trapani comunque. Il mio ginocchio? È ok, manca ancora la condizione però, ci vorrà un po’ di tempo. Siamo cambiati? Non di tanto rispetto all’andata, prima magari non portavamo a casa partite che potevamo chiudere, adesso invece stiamo portando a casa punti anche se non facciamo benissimo. Il peso dell’ambiente? No, dobbiamo solo ritrovare l’entusiasmo e continuare a crederci”. Dopo di lui è intervenuto anche il greco Marios Oikonomou, al ritorno dopo l’infortunio di Maietta: “Non mi sono piaciuto, lo dico subito, anche se mancavo da un po’. Per fortuna non abbiamo perso, ma non siamo lo stesso contenti del risultato. Dobbiamo concludere di più e rischiare di più, come una grande squadra: l’atteggiamento e la voglia ci sono, dobbiamo metterli in campo. Maietta e Gastaldello? Ottimi giocatori, ci sta che si siano trovati subito, sta a me farmi trovare pronto quando c’è bisogno. Potevo fare gol? È vero, ma è stato bravo chi me l’ha impedito. Le aspettative su di noi sono cambiate, il nostro atteggiamento no, è giusto crederci come dice Morleo ma dobbiamo andare in campo e fare la partita perché ne abbiamo i mezzi. Cosa chiedo? Solo un po’ di pazienza e stima. Il momento è difficile è la serie B è dura. So che la città è abituata ad altri palcoscenici, ma questo è quello in cui siamo ora”.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *