Tris di Salah e la Roma passeggia sul Bologna


Il Bologna viene affossato all’Olimpico da uno scatenato Salah, autore di una tripletta che premia una Roma padrona del campo ben oltre il risultato di 3-0 

– di Marco Vigarani –

Tripletta per Salah e la Roma passeggia sul Bologna  (ph. Zimbio)

Tripletta per Salah e la Roma passeggia sul Bologna (ph. Zimbio)

Notevoli sorprese nell’undici iniziale scelto da Donadoni per la sfida alla Roma. Il Bologna infatti propone gli ex giallorossi Sadiq e Viviani dal primo minuto ma anche il giovane Ferrari in coppia con Helander per formare la coppia dei centrali. Dzemaili in campo al posto dell’infortunato Verdi a svariare su tutto il centrodestra dell’attacco rossoblù per un Bologna subito aggressivo che crea un paio di insidie alla svagata retroguardia capitolina. Con Krejci e Sadiq molto mobili, tocca però a Dzeko costruire la prima occasione con una fuga sulla destra conclusa di poco fuori e al 12′ arriva il gol della Roma con Masina che devia nella propria porta un tiro debole di Salah scoccato dal cuore dell’area beffando così Da Costa. Pochi giri di lancette e Perotti non trova la porta per pochi centimetri con un intervento in scivolata sul secondo palo per poi venire chiuso con buon tempismo da Helander su una percussione centrale. Il Bologna si prende qualche minuto per provare una timida reazione ma alla mezzora rischia ancora grosso su una ripartenza che porta Nainggolan al tiro dal limite. Poco dopo c’è un brivido con Sadiq lanciato in profondità e toccato duro sulla tibia da Szczesny, il nigeriano resta a terra un minuto ma poi prosegue la gara: dubbi sulla liceità dell’intervento del portiere polacco che poco dopo dice di no ad un tiro proprio del giovane centravanti ex Roma. Prima dell’intervallo è ancora Perotti a graziare per pochi centimetri Da Costa mentre poco dopo tocca a Nagy murare all’ultimo istante Strootman lasciando immutato il risultato.

Sadiq titolare contro la Roma ma costretto ad uscire per infortunio  (ph. Zimbio)

Sadiq titolare contro la Roma ma costretto ad uscire per infortunio (ph. Zimbio)

Nessun cambio in avvio di ripresa e dopo pochi minuti Masina prova un tiro velleitario dalla distanza prima che Dzeko impegni due volte Da Costa e soprattutto torni in campo Mattia Destro al posto di Sadiq, ancora acciaccato dal colpo subito nel primo tempo. Accolto dai fischi dell’Olimpico, il numero 10 rossoblù prova ad impegnare subito i centrali di Spalletti galleggiando sulla linea del fuorigioco ma è la Roma a far tremare i felsinei con uno scatenato Salah. Primo cambio anche per i giallorossi con Paredes che rileva Rudiger spedendo De Rossi a guidare una difesa piuttosto incerta ma che può tirare un sospiro di sollievo all’ora di gioco grazie al raddoppio dell’egiziano su fulminea ripartenza aiutata dall’errore di posizionamento di Ferrari. Donadoni quindi inserisce Pulgar per Taider non modificando l’impianto tattico ma la Roma trova anche il tris ancora con Salah su facile tap-in dopo la parata di Da Costa su tiro di Dzeko. Dopo una parata su Pulgar, rasserenato dal risultato, Spalletti sostituisce Peres con Gerson e la sua squadra continua a dominare sprecando ottime occasioni per mancanza di cinismo. Ultimi cambi con Torosidis che rileva Masina ed El Shaarawy che concede la meritata standing ovation a Salah ma la gara è gia in archivio da tempo. Finisce 3-0 per i giallorossi che hanno avuto anche pietà per un Bologna praticamente mai pericoloso e letteralmente scomparso dal campo nella ripresa dopo il raddoppio capitolino. Ora la sosta sarà vitale per Donadoni per recuperare giocatori e soprattutto mentalità in vista di un ultimo spezzone prenatalizio che dovrà vedere il Bologna scapppare da una zona retrocessione pericolosamente vicina.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *