Tris Manchester City, quarti vicini. 0-0 tra PSV e Atletico


Una vittoria esterna del City e un pareggio a reti bianche chiudono gli ottavi di finale di Champions League, con le prime gare di ritorno già in programma settimana prossima

– di Luigi Polce –

Dopo il pareggio in rimonta della Juventus e la vittoria esterna del Barcellona di martedì sera, ieri si è chiuso il programma dell’andata degli ottavi di finale di Champions League con gli ultimi due match: Dinamo Kiev-Manchester City e PSV-Atletico Madrid.

Il 2-0 firmato Silva (ph. mirror)

Il 2-0 del City firmato Silva (ph. mirror)

La prima sfida vede in un certo senso coinvolta la Juventus, anche se indirettamente. Perchè, ironia della sorte, se i bianconeri avessero mantenuto il primato nel girone probabilmente si sarebbero trovati al posto dei Citizens, opposti ad un avversario non irresistibile (certo più abbordabile del Bayern Monaco) sconfitto per 3-1 nella gara di andata giocata in Ucraina. I padroni di casa si dimostrano tutt’altro che arrendevoli, nonostante manchino in una partita ufficiale da due mesi e mezzo, ma vanno sotto al quarto d’ora grazie al 22esimo gol in 42 presenze in Champions del Kun Aguero, che sfrutta una sponda aerea di Yaya Tourè e col destro trafigge il 41enne Shovkovsky. E’ l’argentino l’uomo più pericoloso del City, c’è il suo zampino anche nel raddoppio degli inglesi: tacco illuminante a favorire la sovrapposizione di Sterling, che cerca e trova David Silva dall’altra parte il quale deve solo appoggiare comodamente in rete, a chiudere il primo tempo sul doppio vantaggio. Nella ripresa la Dinamo ha uno scatto d’orgoglio e riapre i giochi con il bel tiro dal limite di Buyalskyy, ci però Yaya Tourè a sigillare il match con un meraviglioso arcobaleno di sinistro che rende il discorso qualificazione complicatissimo per la Dinamo Kiev.

Griezmann fermato da Zoet: Atletico bloccato sullo 0-0 (ph. gazzetta)

Griezmann fermato da Zoet: Atletico bloccato sullo 0-0 (ph. gazzetta)

Gara bloccata invece quella che viene fuori tra PSV e Atletico Madrid. Primo tempo di marca spagnola, ma i ragazzi di Simeone non riescono a sfondare il muro olandese eretto da Cocu. A 20′ dal termine Pereiro, già ammonito, rifila una gomitata a Godin costringendo Orsato al secondo giallo: PSV in dieci per un finale di passione, con l’Atletico che nel frattempo vede l’ingresso in campo di Fernando Torres, a secco in Europa con la maglia dell’Atletico dal 2004. Ma il fortino dei padroni di casa regge, anzi nel finale l’ex Genoa Lestienne rischia il colpaccio con un destro al volo terminato a lato non di molto. E’ 0-0 il finale, tutto rimandato al Vicente Calderon.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *