Troppa Croazia, l’Italia non va alle Olimpiadi


Non basta un supplementare per rimontare la Croazia, l’Italia perde la finale del Preolimpico 78-84 e dice addio al sogno olimpico

– di Marco Vigarani –

La Croazia vince il Preolimpico, l'Italia è fuori dalle Olimpiadi (ph. AGF)

La Croazia vince il Preolimpico, l’Italia è fuori dalle Olimpiadi (ph. AGF)

L’estate sportiva azzurra non è certamente iniziata nel modo migliore visto che in appena sette giorni ha già regalato due cocenti delusioni agli appassionati. Ieri sera in particolare il sogno olimpico dell’Italia del basket si è infranto all’ultima curva senza lasciare possibilità di appello: la squadra di Messina non andrà a Rio e dovrà trovare la forza per ripartire quasi da zero con la consapevolezza di aver forse bruciato la generazione più talentuosa nella storia della nostra pallacanestro. Bargnani, Belinelli, Gallinari e Datome non potranno certamente più essere insieme fra quattro anni ma sarebbe importante poter ripartire comunque dal miglior tecnico italiano che però ha dimostrato di non poter fare i miracoli a maggior ragione di fronte agli errori banali di ragazzi come Gentile, apparsi troppo poco concentrati per meritare la Nazionale. La finale di ieri sera è stata una resa onorevole ma piuttosto netta ad avversari illusoriamente sconfitti pochi giorni fa ma che hanno dimostrato di meritare l’accesso alle Olimpiadi molto più del gruppo azzurro purtroppo incapace di far recitare insieme tutti i suoi attori protagonisti. Dopo una quasi immediata sospensione di oltre 20 minuti per un problema al tabellone elettronico, la Croazia ha preso praticamente subito il largo approfittando della stiticità dell’attacco italiano e dei problemi di falli in particolare di Bargnani e Melli. La rimonta azzurra è arrivata nel secondo quarto con difesa e cuore portando l’Italia fino al -1 vanificato dal terribile Bogdanovic con i soliti lampi di classe ma dopo l’intervallo lungo Gallinari e Datome hanno guidato un bel break che ha illuso tutti i tifosi italiani. Saric ad allungare nuovamente e Belinelli a rispondere hanno portato ad un finale punto a punto e quindi al supplementare in cui la Croazia ha spaccato l’equilibrio in modo decisivo involandosi verso la vittoria e staccando l’ultimo biglietto disponibile per Rio. Nel dopopartita ecco le parole di delusione di Messina: “Mi dispiace per tutti, questa è una giornata davvero tristissima. Siamo partiti male ma poi abbiamo avuto qualche opportunità per vincere e chiedo scusa a tutti per non essere riuscito a centrare l’obiettivo. Non posso lamentarmi del lavoro e dell’impegno dei ragazzi in questo ultimo mese, non potevano dare più di quello che avete visto e voglio ringraziarli per avermi dato la possibilità di allenarli. Abbiamo perso ma non voglio che scatti la caccia al colpevole: semplicemente noi abbiamo sbagliato, abbiamo perso e la Croazia va alle Olimpiadi“.

ITALIA-CROAZIA 78-84 dts
(12-19, 34-39; 52-54, 70-70)
ITALIA: Poeta NE, Belinelli 18, Aradori 3, Gentile 6, Bargnani 4, Gallinari 12, Melli 11, Cusin 2, Datome 12, Cervi NE, Hackett 10, Tonut. All: Messina.
CROAZIA: Babic, Kruslin NE, Stipcevic NE, Simon 21, Hezonja 2, Saric 18, Ukic 4, Planinic 13, Bilan, Sakic NE, Arapovic NE, Bogdanovic 26. All: Petrovic.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *