Tuchel, ritorno a casa (e alla vittoria). Ma il Bayern è lontanissimo


 Il tecnico del Borussia Dortmund torna a Magonza, dove ha trascorso cinque stagioni molto positive, e ritrova il successo che mancava da quattro partite. Il Bayern di Guardiola però sa solo vincere, ed è sempre a sette lunghezze di distanza

– di Luigi Polce –  

Ritorno da ex dal sapore dolcissimo per Thomas Tuchel, che alla guida del suo Borussia Dortmund torna a Magonza dove ha trascorso cinque stagioni piene di belle soddisfazioni. Alla sua prima esperienza su una panchina di Bundesliga infatti, Tuchel ha conquistato un nono posto nella stagione 2009/10 e poi due ottime qualificazioni in Europa League, prima di lasciare al termine della stagione 2013/14, quando si prende un anno di pausa.

Il gol di Reus, che al 17' ha sbloccato la gara tra Borussia Dortmund e Mainz (ph. bundesliga.com)

Il gol di Reus, che al 17′ ha sbloccato la gara tra Borussia Dortmund e Mainz (ph. bundesliga.com)

Venerdì il rientro a casa, con il Borussia Dortmund che è riuscito a tornare al successo dopo quattro partite senza vittoria in tutte le competizioni: un 2-0 sofferto più di quanto il risultato possa far sembrare, firmato da Reus (che ha sbagliato anche un calcio di rigore, anche se il fallo dal quale è scaturito pareva fuori area) e da Mkhitaryan, che raccoglie l’assist di Aubameyang (per la prima volta a secco dopo dieci partite consecutive di Bundes in cui era sempre andato a rete) e chiude la pratica. Il Bayern Monaco però non si arresta ed è ancora lontanissimo: la banda di Pep Guardiola fa 9 su 9, battendo di misura anche il Werder Brema grazie alla rete del solito Thomas Muller. Bavaresi a +7 sui gialloneri, avanti di una sola lunghezza sullo Schalke 04, che resiste in terza posizione dopo la vittoria all’ultimo respiro sull’Herta: al 92′ decide la rete di Meyer. Una tripletta di Kruse e il gol di Dost invece, regalano una vittoria pirotecnica al Wolfsburg sull’Hoffenheim, che consente ai “lupi” di conquistare momentaneamente la quarta piazza che vale i play-off per l’accesso alla Champions League.

Andre Schubert ha saputo solo vincere da quando è sulla panchina del Monchengladbach. Mercoledì sfiderà la Juve allo Stadium (ph. bundesliga.com)

Andre Schubert ha saputo solo vincere da quando è sulla panchina del Monchengladbach. Mercoledì sfiderà la Juve allo Stadium (ph. bundesliga.com)

Parlando proprio di Champions League, questa settimana vedrà due squadre della Bundesliga affrontare rispettivamente Juventus e Roma nella fase a gironi della massima competizione europea. Si tratta del Borussia Monchengladbach, che sfiderà i bianconeri a Torino, e del Leverkusen. Il Monchengladbach gode di ottima salute: viene da quattro successi consecutivi dopo l’avvicendamento in panchina tra Favre e Schubert, e ieri ha demolito l’Eintracht con un fragoroso 5-1 in trasferta: la Juventus è avvisata. Pareggio senza reti invece per il Leverkusen ad Amburgo, un punto che tiene le “aspirine” in piena zona Europa.

Risultati: Mainz-Borussia Dortmund 0-2; Augsburg-Darmstadt 0-2; Amburgo-B. Leverkusen 0-0; Schalke 04-Herta 2-1; Werder Brema-B. Monaco 0-1; Wolfsburg-Hoffenheim 4-2; Eintracht-B. Monchengladbach 1-5; Colonia-Hannover 0-1; Stoccarda-Ingolstadt 1-0

Classifica: Bayern 27; Dortmund 20; Schalke 04 19; Wolfsburg 15; Herta, Colonia, Leverkusen, Ingolstadt 14; Darmstadt 13; B. Monchengladbach, Mainz 12; Amburgo 11; Eintracht 9; Hannover 8; Stoccarda, W. Brema 7; Hoffenheim 6; Augsburg 5

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *