Ufficiale: Gastaldello è del Bologna


Il Bologna ha acquistato Daniele Gastaldello, capitano della Sampdoria, che rinforzerà la difesa rossoblù in vista anche del prossimo anno

– di Marco Vigarani –

Il neo acquisto rossoblù Daniele Gastaldello (ph italianfootball.com)

Il neo acquisto rossoblù Daniele Gastaldello (ph italianfootball.com)

L’idea nata ormai un mese fa ed apparentemente irrealizzabile ora è realtà e Daniele Gastaldello è un nuovo giocatore del Bologna. Ad annunciarlo è arrivata finalmente la nota del club sul sito: “Il Bologna Fc 1909 comunica di avere acquisito a titolo definitivo dalla U.C. Sampdoria il diritto alle prestazioni sportive del difensore Daniele Gastaldello”.

La trattativa – Nei primi giorni di gennaio il Bologna avrebbe potuto chiudere senza sforzi la trattativa con il Catania assicurandosi l’argentino Spolli, ma Pantaleo Corvino ha preferito fare un tentativo alzando il livello e rivolgendosi direttamente a Daniele Gastaldello, capitano della Sampdoria ed ormai bandiera blucerchiata da otto anni. L’offerta importantissima da 1 milione di euro all’anno fino al 2018, unita allo stimolo di rimettersi in gioco in una nuova realtà professionale, ha reso possibile trasformare il sogno in realtà. Il giocatore infatti, considerato imprescindibile dal tecnico Mihajlovic, ha quindi espresso la sua volontà di accettare alla Sampdoria che ha raggiunto un accordo con il Bologna sulla base di poco più di 500mila euro e quindi convinto (non senza fatica) il proprio allenatore che ha atteso l’ultimo giorno utile per lasciar andare via il suo capitano. Ora Gastaldello è destinato a diventare il leader del reparto difensivo rossoblù oggi ma anche e soprattutto domani in Serie A: a fargli spazio uno tra Maietta e Oikonomou.

La scheda – Nato a Camposampiero in provincia di Padova il 25 giugno del 1983, Daniele Gastaldello inizia a giocare a calcio nel Montebelluna prima di passare al Padova, formazione con la quale fa anche il suo esordio tra i professionisti a diciassette anni. L’ultima parte della sua formazione avviene nella Primavera della Juventus vincendo anche il Torneo di Viareggio nel 2003 agli ordini di Gasperini, allenatore poi ritrovato nella sua prima esperienza al Crotone in Serie C1 in prestito dal Chievo: subito protagonista, il difensore centrale realizza anche il primo gol e conquista la promozione in Serie B. Dopo un’altra stagione in Calabria, viene acquistato nel 2005 dal Siena che rileva la metà del cartellino dei clivensi e gli permette di esordire in Serie A e siglare anche la sua prima marcatura nel massimo campionato. Dopo 48 presenze in due anni in maglia bianconera arriva però la chiamata della Sampdoria che investe circa 2 milioni di euro per rilevarne l’intero cartellino dalla Juventus facendone l’erede dell’esperto Sala. Da subito titolare inamovibile in blucerchiato, Gastaldello colleziona prestazioni convincenti ed anche qualche gol conquistandosi non solo la fascia di capitano ma anche la prima convocazione in Nazionale nel 2010 anche se il debutto avverrà solo l’anno dopo. Difensore centrale di piede destro, fisicamente imponente anche se non particolarmente massiccio, egli gioca abitualmente nella difesa a quattro ma ha sperimentato con discreto successo anche quella a tre come centrale di destra, dotato di grande tempismo nello stacco aereo, ha siglato diversi gol sfruttando i calci piazzati.

 

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *