Un Bologna già improduttivo può perdere Destro e Giaccherini


Il Bologna è terzultimo in Europa per tiri in porta e dovrà dare consistenza all’attacco sul mercato a maggior ragione visti i dubbi su Giaccherini e Destro

– di Marco Vigarani –

Solo tiri fuori dallo specchio della porta per Giaccherini a Palermo

Emanuele Giaccherini tornerà al Sunderland in estate dopo una buona stagione al Bologna

Il gioco del calcio non è poi così complicato: per vincere basta fare un gol in più degli avversari. Per infilare la palla in rete però bisogna provarci ed ecco che per una squadra come il Bologna iniziano i problemi. Il misero tiro in porta collezionato nella difficile sfida contro il Milan ha portato a quota 118 i tentativi sferrati ai portieri avversari da parte dei calciatori rossoblù certificando in modo ormai definitivo la maglia nera in Serie A attenuata però da una discreta percentuale realizzativa del 13,6% che ha tenuto lontani per ora gli spettri della retrocessione. L’inconsistenza della manovra offensiva e del reparto avanzato felsineo però non sono dati da sottovalutare in vista del mercato estivo visto che il panorama europeo propone pochissime squadre con dati peggiori. I 104 tiri del Bastia rendono la compagine francese la meno produttiva del Vecchio Continente ma anche in questo caso la classifica non mette paura grazie ad una precisione anche superiore rispetto al Bologna (14,6%). A quota 105 troviamo poi gli inglesi del West Bromwich Albion ed i portoghesi del Pacos Ferreira che però occupano il quinto posto in graduatoria infilando in porta il 17,3% dei propri tiri. In assoluto si può affermare che tirare raramente in porta non sia un problema se la precisione è elevata: ne sono prova il terzo posto in Turchia del Konyaspor o il sesto in Germania dell’Hertha, entrambe a quota 119 tentativi. Resta però evidente che sfidare la sorte senza adeguata preparazione può essere un rischio enorme e l’attacco debba essere sempre ben attrezzato per la categoria di riferimento al fine di non rischiare di sprofondare come accaduto ad esempio al Verona della coppia Pazzini-Toni.

Continua il momento 'no' di Mattia Destro: ieri in amichevole un gol e tanti errori (ph. Zimbio)

Dopo mesi fuori per infortunio, Mattia Destro non è più sicuro di voler restare al Bologna (ph. Zimbio)

Il Bologna ha ormai concluso la stagione 2015/16 con qualche rimpianto di troppo dovuto proprio allo scarso cinismo del proprio attacco ed all’imprecisione nel fondamentale del tiro in porta da parte dei centrocampisti. In due occasioni addirittura i rossoblù sono tornati negli spogliatoi al triplice fischio finale senza aver mai impegnato in alcun modo il portiere avversario: è capitato in occasione delle trasferte disastrose di Napoli e Torino. I ragionamenti in chiave mercato per il rafforzamento del reparto offensivo diventano ancor più stringenti visto che Mattia Destro ed Emanuele Giaccherini potrebbero essere ormai giunti ai saluti portandosi via anche i 15 gol complessivi offerti alla causa rossoblù nel corso dell’anno. L’esterno sappiamo che tornerà al Sunderland per scadenza del prestito ed il riscatto da parte del Bologna non sarà nè automatico nè scontato. Le parole spese ad agosto non hanno valore di fronte alla rivalutazione del cartellino di Giaccherini che può diventare un bene prezioso per il club britannico ma va rilevata anche un’incertezza da parte degli emiliani di fronte alla possibilità di spendere più di 2-3 milioni di euro per il giocatore. Destro invece vive da settimane una situazione difficile figlia di un infortunio aggravato dalle incomprensioni tra vari professionisti che gli ha impedito di inseguire il sogno Euro 2016, migliorare il proprio rendimento ed ottenere anche ricchi bonus economici. L’amore con il rossoblù non è più forte come la scorsa estate e le sirene del mercato provenienti da alcuni top club (in primis l’Inter che lo ha cresciuto) potrebbero portare ad un divorzio anticipato e clamoroso dopo appena un anno.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *