Un girone dopo, ritroviamo il Frosinone


Ripercorriamo la stagione del prossimo avversario del Bologna, il Frosinone che all’andata impattò 2-2 al Dall’Ara dopo essere stato in vantaggio per due volte

– di Massimo Righi –

Bessa e Zuculini festeggiano il gol del brasiliano contro il Frosinone all'andata  (ph Twitter)

Bessa e Zuculini festeggiano il gol del brasiliano contro il Frosinone all’andata (ph Twitter)

Andamento – Il Frosinone arriva alla sfida con il Bologna da secondo in classifica a quota 64 punti, dopo aver conseguito ben 18 vittorie, 10 pareggi e 10 sconfitte. I ciociari hanno inoltre il terzo miglior attacco della B con 55 reti all’attivo. Durante il campionato in corso, il Frosinone ha sempre stazionato entro i primi sei posti della graduatoria dalla 5° giornata in poi e dalla 3a alla 9a di campionato, ha fatto registrare la serie record di risultati utili consecutivi con 7 gare senza sconfitte. Il maggior numero di partite vinte di fila dai ciociari è di 3, fatto accaduto una volta per girone. Dopo l’ultima sconfitta subita a Trapani per 3-1 il 2 aprile scorso, il Frosinone ha vinto le ultime 4 gare su 5 (considerando anche il recupero con il Latina del 14 aprile) di cui 2 consecutive, mentre l’ultimo gol incassato risale a 3 settimane fa dal Pescara.

Cos’è cambiato – Sotto la guida di mister Roberto Stellone, da 3 anni tecnico dei ciociari, il Frosinone ha prevalentemente giocato con il 4-4-2, eccezion fatta per alcune varianti in corso d’opera a seconda delle esigenze. Dal mercato di gennaio, dopo aver disputato un girone d’andata più che soddisfacente, il Frosinone ha acquistato Pamic e Cosic dal Pescara in difesa, Sammarco e l’esperto esterno Santana a centrocampo, oltre a Lupoli in attacco. Sono invece stati ceduti Schiavi in difesa, Gessa e Musacci a centrocampo, Masucci e soprattutto Denis Curiale in attacco, nonostante quest’ultimo avesse segnato ben 9 reti nella prima parte di campionato.

L’andata – Quando il Frosinone venne al Dall’Ara il 13 dicembre scorso, riuscì a mettere in seria difficoltà i rossoblù, costringendoli a un 2-2 che per certi versi è andato anche stretto ai ciociari. Infatti la formazione di Stellone arrivò a Bologna per giocarsela a viso aperto e passò in vantaggio dopo la mezzora con Ciofani sugli sviluppi di un corner. Alla ripresa dei giochi, dopo qualche funzionale accorgimento tattico, il Bologna pareggiò con Bessa grazie ad un bel destro da fuori. Dopo il nuovo vantaggio frusinate, complice l’autorete di Oikonomou, fu Maietta a riportare la gara in equilibrio sfruttando una sciagurata uscita del portiere ospite Zappino. Ma nel finale, Curiale si è mangiato l’occasione per andare sul 3-2.

Probabile formazione – Il Frosinone che ha giocato sempre o quasi con un 4-4-2 molto arioso sulle corsie esterne, dovrebbe continuare a schierarsi in questo modo, proponendo i seguenti undici per la sfida d’alta classifica al Matusa contro il Bologna: Zappino; Ciofani M., Russo, Blanchard, Crivello; Gori, Gucher (Frara), Soddimo(Paganini), Carlini; Ciofani D., Dionisi

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *