Un girone dopo, ritroviamo il Livorno


Ripercorriamo la stagione del prossimo avversario del Bologna, il Livorno contro cui all’andata i rossoblù persero per 3-2 all’Ardenza in una gara ricca di colpi di scena

– di Massimo Righi –

Christian Panucci, allenatore del Livorno dal 18 marzo (ph. Zimbio)

Christian Panucci, allenatore del Livorno dal 18 marzo (ph. Zimbio)

Andamento – Il Livorno occupa il 7° posto in classifica a pari punti (47) col Pescara; ha vinto 13 partite, pareggiate 8 e perse 11 ed è senza dubbio una delle candidate alla promozione. Eppure i labronici si sono scontrati con la dura realtà della serie B e dopo la retrocessione stanno faticando parecchio per guadagnarsi un posto per la promozione diretta. Il girone d’andata dei toscani è stato complessivamente positivo, dove la truppa allora allenata da Gautieri ottenne anche risultati di un certo spessore come il 6-0 al Trapani o il 4-0 rifilato alla Ternana a domicilio. Nel girone di ritorno, dopo l’approdo di Gelain e le importanti vittorie sul lanciatissimo Carpi e sul Bari in primis, il Livorno ha conosciuto un momento complicato, fatto di 4 sconfitte in 6 gare l’ultima delle quali col Cittadella, la prima della gestione Panucci, subentrato a Gelain.

Cos’è cambiato – Nella stagione in corso, il Livorno ha cambiato per 3 volte allenatore. Dopo Gautieri, sollevato dall’incarico alla 21a giornata dopo la sconfitta interna con il Pescara, ha preso il suo posto Ezio Gelain che ha condotto gli amaranto fino alla partita persa 3-0 a La Spezia appena due turni fa, quando è stato esonerato. Affidata la squadra a Christian Panucci dal 18 marzo, il Livorno ha esordito con il nuovo tecnico venendo sconfitto al Picchi dal Cittadella. Nel calciomercato di gennaio, il presidente Spinelli ha acquistato il portiere Bastianoni e l’esterno Rivas dal Varese, il difensore Empereur dalla Fiorentina ed i centrocampisti Appelt Pires dal Pescara via Juventus, oltre al genoano Strasser. È stato invece ceduto all’Entella assieme al portiere Coser, l’attaccante Aniello Cutolo, nonostante le 6 reti segnate.

L’andata – All’andata il Bologna perse per 3-2 a Livorno, dopo essere passato in vantaggio per due volte grazie all’autorete di Ceccherini e Zuculini. Ma i gol di Vantaggiato e Galabinov hanno sempre riportato l’equilibrio fino al gol partita dello stesso Vantaggiato a 2’ dalla fine. I rossoblù crollarono dopo il secondo pareggio dopo aver condotto una più che discreta gara che li aveva premiati con il vantaggio, ma alcune scelte tecniche di mister Lopez sui cambi e il ritorno di un Livorno orgoglioso e cinico, hanno ribaltato la situazione in favore dei labronici.

Probabile formazione – Considerando la concreta possibilità che mister Panucci si affidi ancora al 3-4-3 com’è stato contro il Cittadella, il tecnico del Livorno non avrà Bernardini, squalificato dopo l’espulsione di sabato, ma al suo posto potrebbe ritrovare Emerson dopo l’infortunio al tallone. In attacco, Siligardi sarà rivalutato dopo il problema al tendine accusato la settimana scorsa, mentre Biagianti è ancora ai box. Ecco i probabili 11 anti Bologna: Mazzoni; Ceccherini; Emerson; Lambrughi; Jelenic (Maicon), Luci, Appelt Pires, Djokovic; Jefferson (Siligardi), Galabinov, Vantaggiato

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *