Un girone dopo, ritroviamo il Trapani


Ripercorriamo la stagione del prossimo avversario del Bologna, il Trapani contro cui all’andata i rossoblù vinsero in rimonta per 2-1 al Dall’Ara

– di Massimo Righi –

Serse Cosmi, dall'11 marzo sulla panchina del Trapani (pg Getty Images)

Serse Cosmi, dall’11 marzo sulla panchina del Trapani (pg Getty Images)

Andamento – Battendo la Ternana sabato, il Trapani ha ritrovato la vittoria dopo quasi 3 mesi dall’ultima volta, quando sconfisse l’Avellino alla vigilia di Natale. Da quel giorno sino al weekend del 7-8 marzo, i siciliani hanno raccolto solamente 4 punti in 10 partite, arrivando anche a perdere 4 partite consecutive e non segnando per altrettante. Eppure il girone d’andata del Trapani era cominciato bene, con 2 vittorie e 3 pareggi anche se le sconfitte di Varese per 5-2 e Livorno addirittura per 6-0, avevano guastato un andamento positivo. Dopo la vittoria con lo Spezia e i due pareggi con Lanciano e Perugia, gli amaranto persero a Modena per poi riscattarsi con l’Avellino, ultima vittoria in campionato prima della crisi post natalizia che ha portato all’esonero di Boscaglia.

Cos’è cambiato – In seguito all’esonero di Boscaglia, avvenuto il 9 marzo, il Trapani ha assunto Serse Cosmi come nuovo tecnico, richiamandolo in panchina dopo l’esperienza a Pescara nel 2014. Con lui, il club ha subito ritrovato la vittoria senza snaturare particolarmente il 4-4-2 di Boscaglia: il modulo prediletto da Cosmi sarebbe infatti il 3-5-2. Dal mercato di gennaio, ceduto il bomber Mancosu (autore di 10 reti) al Bologna, ed Antimo Iunco all’Alessandria, il Trapani ha sostituito il primo con Curiale dal Frosinone, poi ha ottenuto il giovane Malele dal Palermo e il centrale difensivo Perticone dal Novara.

L’andata – Il 28 ottobre scorso, il Bologna si è imposto sul Trapani in rimonta grazie alla reazione di squadra arrivata dopo il gol di Mancosu, che a gennaio sarà venduto ai felsinei, bravo a farsi trovare pronto da due passi per deviare in rete una corta respinta di Stojanovic sull’inzuccata di Terlizzi. Lo stesso centrale però, nel tentativo di anticipare Cacia su un cross, metterà il pallone alle spalle del proprio portiere, propiziando il pareggio del Bologna. Nella ripresa, dopo un paio di occasioni per parte, il Bologna mette la freccia. Ceccarelli crossa per Cacia, questi fa da sponda per Laribi, il quale fredda Gomis: situazione ribaltata. Nonostante il risultato favorevole, il Bologna non smette di attaccare sfiorando ripetutamente il terzo gol che però non giungerà.

Probabile formazione – Domenica mister Cosmi dovrà fare a meno di Terlizzi, squalificato dal giudice sportivo, mentre rimangono da valutare alcune situazioni di giocatori acciaccati. Hanno svolto allenamento differenziato Scozzarella, Basso e Citro, mentre Lo Bue e Vidanov hanno lavorato in palestra. Inoltre, il centrale Caldara è rimasto a riposo precauzionale. Se Cosmi deciderà di lavorare ancora sul 4-4-2, questi potrebbero essere gli undici anti-Bologna: Gomis; Perticone, Rizzato, Caldara, Pagliarulo; Zampa, Barillà, Ciaramitaro, Aramu; Abate, Curiale.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *