Un girone dopo, ritroviamo la Virtus Entella


Ripercorriamo la stagione del prossimo avversario del Bologna, la Virtus Entella che all’andata impattò 1-1 al Dall’Ara e che al momento occupa il diciassettesimo posto in classifica

– di Massimo Righi –

Il pareggio di Cacia all'andata (ph Schicchi)

Il pareggio di Cacia all’andata (ph Schicchi)

Andamento – La Virtus Entella di mister Luca Prina si trova al 17° posto in classifica con 25 punti guadagnati in 22 giornate disputate, figli di 5 vittorie, 10 pareggi e 7 sconfitte. Neopromosso in B per la prima volta nella propria storia, l’Entella ha esordito con una sconfitta contro il Bari in casa, mentre ha raccolto il primo storico punto in serie cadetta proprio contro il Bologna al Dall’Ara, prima di perdere 3 partite di fila e vincere la prima partita solo alla 6° giornata contro il Carpi per 2-0. Dopo il poker subito a Pescara, l’Entella ha vinto 3 gare consecutive (Ternana, Cittadella e Frosinone), prima di una manita a Catania, alternando poi pareggi e sconfitte sino al ritorno alla vittoria contro il Vicenza, in dicembre. Da quel momento in poi i liguri, hanno raccolto 4 pareggi su 4.

Cos’è cambiato – Il gioco dell’Entella si è sempre improntato sul  4-3-3, modulo che Prina ha riproposto con continuità ottenendo anche discreti risultati. Purtroppo per il mister dei liguri, la potenza di fuoco dell’attacco a disposizione non ha reso quanto potuto, siglando appena 19 reti e risultando il terzultimo attacco della B per gol segnati, nonostante i propositi dichiaratamente spregiudicati. Rispetto alla rosa completata in estate, l’Entella ha acquistato il portiere Coser dal Livorno per ovviare all’infortunio di Pelizzoli.

L’andata – A Bologna, la seconda giornata di campionato terminò 1-1 con i rossoblù letteralmente messi alle corde dalla buona manovra della Virtus Entella. Dopo 2’ i liguri si portarono in vantaggio con Sansovini su invito di Mazzarani, sfruttando una disattenzione difensiva felsinea. Il Bologna, allora molto indietro di condizione e ancora in fase di rodaggio faticava a far gioco, venendo chiuso con facilità e non riuscendo mai a proporsi come di dovere. Nonostante il pareggio di Cacia, i rossoblù rischiarono ancora, con l’Entella a recriminare per un rigore clamoroso non concesso per un evidente fallo di Paez su Sansovini, non ravvisato dal direttore di gara in apertura di ripresa.

Probabile formazione – Considerando il fatto che Prina possa sempre puntare sul 4-3-3, archiviato il 4-4-2 utilizzato nella trasferta di Bari, l’Entella priva di Baldanzeddu infortunato, potrebbe scendere in campo con la seguente formazione: (4-3-3) – Coser; Iacoponi, Cesar, Russo, Belli; Volpe, Battocchio (Di Tacchio), Botta; Costa Ferreira, Mazzarani, Sansovini

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *