Under 21, l’Italia vince ma è fuori dall’Europeo


Grande delusione per l’Under 21 italiana, alla quale non basta il 3-1 sull’Inghilterra per raggiungere le semifinali degli Europei: il pareggio tra Portogallo e Svezia ha escluso gli azzurrini dalla competizione

– di Massimo Righi –

Benassi esulta dopo il gol contro l'Inghilterra (ph. maidirecalcio.com)

Benassi esulta dopo il gol contro l’Inghilterra (ph. maidirecalcio.com)

Non sarà l’Italia a proseguire l’avventura nell’Europeo Under 21. A passare il turno tocca a Svezia e Portogallo che pareggiando 1-1 si sono guadagnate la qualificazione. Agli azzurrini non è dunque bastato il 3-1 rifilato all’Inghilterra nella terza partita del girone B di Euro 2015 per qualificarsi. C’è molto rammarico per l’eliminazione dell’Italia dalla competizione viste come si erano messe le cose: il vantaggio sulla Svezia nella prima gara con annessa superiorità numerica, poi la rimonta e l’espulsione di Sturaro a rimettere in gioco tutto e la vittoria scandinava; lo 0-0 coi lusitani dominati per larghi tratti e la vittoria sugli inglesi, non sono però bastati a tenere in gara i giovani azzurri. Non va tutto buttato però perché nonostante l’errore di un singolo nella prima gara, l’Italia è venuta fuori nelle altre due partite dimostrando carattere e mettendo in mostra giocatori di qualità come Belotti, Berardi, Sturaro e Zappacosta su tutti.

Il gol del pareggio di Tibbling in Portogallo-Svezia che ha condannato l'Italia (ph. it.uefa.com)

Il gol del pareggio di Tibbling in Portogallo-Svezia che ha condannato l’Italia (ph. it.uefa.com)

La partita – L’Italia si schiera con il 4-4-2 con Berardi largo e Belotti-Trotta davanti. La gara ci mette un po’ a sbloccarsi e le occasioni latitano. L’Inghilterra sfiora il vantaggio con una giocata partita da Kane in verticale per Ings che davanti a Bardi, tira sull’esterno della rete. Poco dopo però, l’Italia mette i carichi pesanti e segna due gol in due minuti: Berardi mette in mezzo dalla destra e Belotti devia in rete in acrobazia, 1-0. Neanche il tempo di esultare che Benassi raddoppia con un gran tiro sul palo lontano e 2-0 azzurro. L’Inghilterra chiaramente accusa il colpo e si rannicchia nell’apatia, mentre l’attenzione inizia a spostarsi anche sul campo dove si gioca Portogallo-Svezia, fra cui si teme il ‘biscotto’, senza troppi fronzoli. Nella ripresa l’Italia amministra, gli inglesi non attaccano con troppa convinzione e col passare dei minuti la concentrazione è sempre più rivolta all’altra sfida. In capo non succede granché ma al 72’ gli azzurrini calano il tris ancora con Benassi che di testa chiude di fatto il match. Nel finale segna Redmond per gli inglesi in pieno recupero, ma serve solo alle statistiche.

Portogallo-Svezia – All’82 di Portogallo-Svezia, i lusitani vanno in rete con Paciencia e l’entourage azzurro fra panchina e tribuna esulta: l’Italia, con questo risultato è qualificata mentre la Svezia è fuori. Sei minuti dopo però all’89’, Tibbling segna per la Svezia mandando in frantumi i sogni di passaggio del turno dell’Italia. Le semifinali saranno Danimarca-Svezia e Portogallo-Germania con l’Italia che da domani farà, purtroppo, soltanto da spettatore.

Inghilterra 1: Butland; Jenkinson, Stones, Gibson, Garbutt; Forster-Caskey (dal 64’Loftus-Cheek), Chalobah; Redmond, Ings, Lingard; Kane. All. Southgate.

Italia 3: Bardi; Zappacosta (dal 83’Viviani), Rugani, Romagnoli, Biraghi; Berardi (dal 63’Sabelli), Cataldi, Crisetig, Benassi; Trotta (dal 75’Verdi), Belotti. All. Di Biagio.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *