Under 21, pari senza brividi e senza gol contro la Danimarca


Finisce 0-0 l’ultima gara dell’anno per la Under 21 di Di Biagio che pareggia a Bergamo contro la Danimarca

– di Marco Vigarani –

Petagna non ha inciso nella gara contro la Danimarca (ph. Zimbio)

Petagna non ha inciso nella gara contro la Danimarca (ph. Zimbio)

Non c’erano in palio punti nell’amichevole contro la Danimarca quindi sarebbe comunque ingiusto parlare di allarme per l’Under 21 azzurra che ieri pomeriggio ha impattato senza gol a Bergamo. Era l’ultima partita dell’anno per i ragazzi di mister Di Biagio contro un avversario da rispettare visto il cammino agevole verso l’Europeo di categoria composto di 9 successi e 1 pareggio. In tal senso non aver subito gol è un bel segnale per la difesa dell’Italia (per metà rossoblù grazie a Ferrari e Masina) mentre invece la manovra offensiva è risultata spesso latitante. Nel primo tempo in particolare a Bergamo ha regnato prevalentemente la noia e c’è stato bisogndo del 10 Ricci per accendere la miccia con un paio di occasioni. Nonostante gli elogi ricevuti al termine dal ct (“Ha giocato una grande partita”), non ha invece brillato il centravanti Petagna davanti ai propri tifosi lasciando così l’impressione che questa squadra abbia bisogno di un attaccante in vista dell’impegno della prossima estate. Alla fine il pubblico bergamasco si è comunque goduto i propri giovani beniamini in maglia azzurra come un giusto riconoscimento ad un settore giovanile da sempre estremamente prolifico e di qualità che ieri ha potuto sfoggiare, oltre al centravanti già citato, anche i difensori Conti e Caldara ed il centrocampista Grassi. Tutto sommato comunque l’Italia non ha sfigurato e, pur incapace di finalizzare, ha sicuramente tenuto il pallino del gioco a lungo generando così qualche rimpianto da parte di Di Biagio che ha detto: “Quando si costruiscono così tante palle gol c’è da essere contenti. Nel primo tempo siamo stati un pò timorosi, ma la ripresa è stata molto positiva. Sono stati otto giorni importanti per stare insieme e abbiamo disputato due buone partite. Peccato perché avremmo meritato di vincerne almeno una“.

ITALIA-DANIMARCA 0-0
Italia (4-3-3) — Cragno; Conti, Ferrari, Caldara, Masina dal 28’ s.t. Barreca); Benassi, Pellegrini (dal 16’ s.t. Mazzitelli), Grassi (dal 28’ s.t. Parigini); Ricci, Petagna, Garritano (dal 16’ s.t. Cristante). All. Di Biagio.
Danimarca (4-4-2) — Hojbjerg; Holst, Bangaard (dal 24’ s.t. Gregor), Maxso, Blabjerg (dal 10’ Nissen); Borsting (dal 10’ s.t. Skov), Norgaard, Vigen-Christensen, Hjulsager; Nielsen (dal 24’ s.t. Duelund), Junker (dal 30’ s.t. Marcondes). All. Frederiksen.
Arbitro — Ferreira Campos Moreira Miguel (Portogallo)
Note — spettatori 7.000 circa; ammoniti Grassi, Benassi, Bangaard e Norgaard per gioco scorretto

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *