Under 21: una bella Italia impatta con il Portogallo


Finisce 0-0 la seconda gara all’Europeo nonostante un dominio totale dell’Italia sul Portogallo. Ora la qualificazione alla fase successiva è quasi impossibile

– di Marco Vigarani –

L'Italia ci prova ma non riesce a battere il Portogallo (ph. Eurosport)

L’Italia ci prova ma non riesce a battere il Portogallo (ph. Eurosport)

Dopo l’esordio davvero deludente di giovedì sarebbe servita una gara grintosa e determinata per dare un segnale: c’è stata. Dopo la sconfitta dell’esordio sarebbe servita una vittoria per prolungare la permanenza in Repubblica Ceca: è mancata. Ecco riassunte in due righe le notizie che sono emerse ieri dalla sfida tra Italia e Portogallo nella seconda sfida dell’Europeo Under 21. Stavolta infatti il ct Di Biagio ha stravolto il suo 4-3-3 negli interpreti trovando risposte importanti soprattutto dal centrocampo che ha chiuso gli spazi in copertura e dettato bene i tempi all’attacco permettendo di costruire un lungo elenco di occasioni già nel primo tempo. Benassi, Belotti e Berardi ci hanno provato a ripetizione ben assistiti anche dalle discese di Zappacosta ma la difesa lusitana ed il suo portiere José Sa hanno sventato praticamente ogni pericolo. Nella ripresa l’assedio azzurro è quindi proseguito vanamente anche con la traversa colpita in avvio da Belotti ed il passaggio ad uno spregiudicato 4-2-4 con Bernardeschi al posto di un evanescente Battocchio ma il risultato non si è mosso dallo 0-0.

Al termine della sfida Di Biagio ha fatto i complimenti alla sua Italia dicendo: “Siamo stati bravi a livello di approccio e mentalità quindi non posso davvero rimproverare nulla ai ragazzi anche se non siamo riusciti a vincere. Purtroppo siamo fermi ad un punto in classifica ma ce la giocheremo sicuramente fino alla fine perchè ci aspetta un’altra gara difficile ed importante che siamo obbligati a vincere“. La classifica del girone infatti vede attualmente l’Italia ultima a quota 1 mentre invece Inghilterra e Svezia sono appaiate a 3 con una lunghezza di distacco dal Portogallo capolista. Mercoledì prossimo nell’ultimo turno quindi gli Azzurrini non solo dovranno sconfiggere i pari età britannici ma confidare nel massimo impegno dei portoghesi: solo una vittoria lusitana infatti consentirebbe di avere la certezza di passare il turno. Va ricordato inoltre che in caso di arrivo a pari punti contano prima i risultati degli scontri diretti e poi la differenza reti complessiva.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *