Uruguay già eliminato, avanti Messico e Venezuela


Clamorosa eliminazione dell’Uruguay dopo la sconfitta con il Venezuela che invece si giocherà il primo posto nello scontro con il Messico

– di Marco Vigarani –

La disperazione di Cavani per l'eliminazione del suo Uruguay (ph. Zimbio)

La disperazione di Cavani per l’eliminazione del suo Uruguay (ph. Zimbio)

Chi si aspettava una sorpresa da questa Copa America Centenario adesso può ritenersi soddisfatto: l’Uruguay torna già a casa dopo appena due partite. L’eliminazione clamorosa è andata in scena a Philadelphia dove il Venezuela si è preso tre punti fondamentali con un successo di misura firmato dal gol di Rondon successivo al tentativo dalla lunghissima distanza di Guerra. Privi di Suarez che ha svolto appena qualche minuto di riscaldamento, gli uomini di Tabarez hanno mostrato i limiti di una rosa davvero priva di qualità in cui il solo Cavani non poteva bastare a risolvere tutti i problemi. Basti pensare che nella gara di stanotte hanno trovato una maglia da titolare sia l’ex bolognese Ramirez che il carneade reggino Stuani, entrambi reduci dalla vittoria della Championship inglese con il Middlesbrough. Dopo un primo tempo scialbo concluso in svantaggio, l’Uruguay ha mostrato la grinta ed i muscoli nella ripresa per cercare il gol della sopravvivenza ma la manovra non è mai stata convincente e prima Stuani poi Cavani hanno sprecato ottime occasioni certificando il primo grande colpo di scena di questa Copa America.

45esimo gol in Nazionale per il messicano Hernandez (ph. Zimbio)

45esimo gol in Nazionale per il messicano Hernandez (ph. Zimbio)

Ora il Venezuela si giocherà quindi il primo posto nello scontro diretto con il Messico che nella seconda gara della notte ha approfittato con cinismo dei limiti della Giamaica vincendo 2-0 senza però impressionare. Il vantaggio è arrivato dopo meno di venti minuti grazie al 45esimo gol in Nazionale del Chicharito Hernandez con un buon colpo di testa ma complessivamente nella prima parte di gara i caraibici non hanno demeritato rendendosi anche pericolosi trovando però sulla propria strada un ottimo Ochoa. Nella ripresa però è venuta fuori la forza del Messico che ha sfiorato a più riprese il raddoppio anche con lo stesso Hernandez e messo in luce ancora una volta la grande qualità di Herrera, sempre più sogno di mercato del Napoli. A dieci minuti dal termine dell’incontro è quindi arrivato il raddoppio grazie al subentrato Peralta: giochi definitivamente chiusi e testa all’ultima giornata che potrebbe regalare agli uomini di Osorio il primo posto ed un conseguente accoppiamento più morbido nei quarti.

Classifica Gruppo C: Messico e Venezuela 6; Uruguay e Giamaica 0.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *