USSI contro la Serie A per il diritto di informazione


Dopo alcune violazioni del diritto di informazione, l’Unione Stampa Sportiva Italiana ha preteso chiarimenti dalla Serie A che ha risposto in modo poco convincente 

– di Marco Vigarani – 

Aurelio De Laurentiis, presidente del Napoli (ph. Zimbio)

De Laurentiis ha esclusole testate web dalle conferenze stampa del Napoli (ph. Zimbio)

Queste prime settimane della nuova stagione del calcio italiano hanno evidenziato una preoccupante crescita di episodi di palese violazione del diritto-dovere di informazione nei confronti della stampa sportiva e quindi dei tifosi. Tra esclusioni dalle conferenze stampa come nel caso del presidente napoletano De Laurentiis che non ha accettato le testate web ed interviste concesse in modi bizzarri come il collega viola Della Valle che si è fatto inseguire per ore dai cronisti per poi scambiare due battute solo a tarda sera in un bar, è emerso un quadro inquietante per il futuro dell’informazione sportiva in Italia. Pertanto l’USSI (Unione Stampa Sportiva Italiana) ha deciso di emettere un comunicato di denuncia della sfrenata corsa all’esclusiva che deve essere legata esclusivamente  all’evento sportivo e non può essere estesa ai momenti di pura informazione.

A stretto giro di posta è arrivata la nota di risposta da parte della Lega Serie A che ha voluto evidenziare che i regolamenti non sono stati in alcun modo cambiati rispetto agli anni precedenti e che quindi rispecchiano fedelmente le normative previste dall’autorità garante preposta. Pur manifestando una volontà collaborativa di facciata, in realtà la Serie A ha rigettato l’accusa di carenza informativa specificando che a suo avviso sono addirittura aumentate le possibilità a disposizione delle testate, che l’offerta dei pacchetti non esclusivi è in linea con il triennio precedente ma soprattutto che la gestione dei momenti extra campo sono titolarità dei singoli club che possono gestirli secondo la loro volontà.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *