Valzer delle panchine in serie A e in Europa


La stagione calcistica non è ancora terminata, ma sono molti i club italiani ed europei che stanno già pensando a cambiare tecnico in vista della prossima annata sportiva

– di Massimo Righi –

È tempo di bilanci di (quasi) fine stagione e le società di calcio italiane ed europee stanno già pianificando il futuro perché nel calcio si sa, non ci si ferma mai e non c’è mai tempo per sbagliare. Come ogni hanno, il primo tassello della stagione che verrà è legato al nome dell’allenatore e in Italia, come all’estero sono molte le squadre che potrebbero cambiare il manico non appena la stagione 2014/15 andrà in archivio.

Inzaghi, il suo futuro al Milan è tutto da decifrare (ph A. Ninni)

Inzaghi, il suo futuro al Milan è tutto da decifrare (ph A. Ninni)

SERIE A – Fra i tecnici più chiacchierati del calcio italiano c’è Filippo Inzaghi, che ha un contratto biennale con il Milan ma non avendo convinto i vertici rossoneri, potrebbe essere rimpiazzato. I nomi che circolano sono quelli di Sarri, da più tempo, ma salgono le quotazioni di Mihajlovic, Di Francesco e Ventura, anche se nelle ultime ore si vocifera anche di un interesse per Emery. Gli scenari sono complicati e non riguardano solo un’eventuale scelta, ma si attendono novità in seno alla società, con l’ingresso di possibili nuovi soci. A Napoli, Benitez pare più no che si, con De Laurentiis pronto ad andare su Spalletti, anche se Stramaccioni e Montella rappresentano alternative valide. In casa Roma, il presidente Pallotta non pare così certo di dire addio a Rudi Garcia (ha firmato un triennale…) nonostante l’annata mediocre. Qualora però sia il tecnico stesso a dimettersi, i nomi che stuzzicano solo quelli di Mazzarri, Di Francesco e Bielsa, che tanto piace a Sabatini. Alla Fiorentina, Montella e Della Valle sono in sintonia nonostante i corteggiatori attorno al tecnico napoletano siano diversi; Montella ha un contratto da cui si può uscire pagando 5 milioni. Anche Mihajlovic è richiestissimo e il futuro alla Sampdoria rimane molto in bilico: Di Francesco, Colantuono e Iachini sono i nomi che piacciono a Ferrero in caso di dipartita del serbo. Ma non tutte cambieranno. Infatti Juventus, Lazio e Genoa sono in procinto di rinnovare Allegri, Pioli e Gasperini che hanno convinto le rispettive dirigenze. E Mancini? Non si può dire che l’Inter possa essere contenta del suo lavoro, ma il tecnico non pare in discussione anche per il ricco e lungo contratto appena firmato.

Ancelotti potrebbe lasciare il Real Madrid a fine stagione (ph. ESPN)

Ancelotti potrebbe lasciare il Real Madrid a fine stagione (ph. ESPN)

EUROPA – Molte big europee stanno valutando il da farsi per la stagione 2015/16 e alcune panchine potrebbero cambiare, in uno scacchiere di nomi a dir poco accattivante. Se a Madrid sponda Atletico la società e il tecnico Simeone hanno appena prolungato l’accordo fino al 2020, in casa Real la situazione è tutt’altro che chiara. Ancelotti è in bilico nonostante i 4 trofei vinti nel 2014 con le merengues (un record). Se non vince né Liga né Champions League, le probabilità che venga mandato via saliranno, ma anche se dovesse vincere una delle due non è detto che la conferma sia scontata. Il tecnico è infatti costantemente criticato da tempo e potrebbe stancarsi del clima ostile. Chi al suo posto? Zidane, ora allenatore del Real Madrid Castilla o, più defilato, Jurgen Klopp del Borussia Dortmund. Restando in Germania, proprio Klopp non pare sull’uscio e solo, appunto, una chiamata del Real potrebbe cambiare le cose. Pare invece certo della conferma Pep Guardiola sulla panchina del Bayern Monaco, almeno fino al 2016. In Inghilterra il tecnico più discusso è Pellegrini del Manchester City: in caso di flop in Premier, lo sceicco Mansur contatterà lo scontento Ancelotti, primo fra tutti i possibili candidati. Sempre a Manchester ma sponda United invece, Van Gaal non pare a rischio anche se l’olandese ha lasciato aperti spiragli di un suo addio. Wenger-Arsenal e Rodgers-Liverpool continueranno assieme, così come Mourinho che prolungherà col Chelsea. Infine, se al PSG dovesse saltare la panchina di Blanc per i non idilliaci rapporti con la società, potrebbe arrivare Rafa Benitez.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *