Van Basten e Gascoigne: ex campioni inquieti


Tornano alla ribalta le vicende umane e professionali di due grandi ex campioni che hanno militato anche in Serie A: Marco Van Basten e Paul Gascoigne

– di Marco Vigarani – 

Marco Van Basten, allenatore dell'AZ Alkmaar

Marco Van Basten, allenatore dell’AZ Alkmaar

Quando a fine agosto Marco Van Basten si era preso una pausa dal suo incarico di allenatore dell’AZ Alkmaar, avevano iniziato a circolare numerose voci riguardo ai suoi problemi di salute definiti gravi. Il club non aveva fornito dettagli in merito ma si era parlato di episodi di tachicardia successivi alla scomparsa recente del padre ma anche di una forma di depressione e appena un paio di giorni fa era emersa sui media olandesi la possibilità che la sua pausa potesse trasformarsi in un addio definitivo. Ieri però è stato l’ex asso milanista in persona a contattare un giornalista del canale televisivo Nos per smentire con fermezza queste voci: “Non so niente di questa storia – ha affermato laconicamente – torno a lavorare lunedì“. Emerge quindi la possibilità che sia in realtà la dirigenza dell’AZ Alkmaar a voler interrompere il rapporto di lavoro con Van Basten o comunque a modificare il suo incarico all’interno dell’organigramma aziendale a causa dell’eccessivo stress che il compito causerebbe al tecnico ma anche della fiducia riposta nell’attuale vice Pastoor che sarebbe ritenuto più idoneo a concludere la stagione. Sono attesi aggiornamenti in merito a questa anomala vicenda già nelle prossime ore.

Paul Gascoigne all'Olimpico

Paul Gascoigne all’Olimpico

Di ben altro tenore invece i problemi che continuano ad attanagliare l’ex laziale Paul Gascoigne di cui già poche settimane fa si era parlato prima per un suo possibile ritorno in campo 47 anni a cui aveva fatto seguito l’ennesima crisi dovuta all’alcolismo immortalata da immagini che non lasciavano dubbi sulla gravità delle sue condizioni. Non sembrano essere bastati gli appelli dell’amico Harry Redknapp a riportare Gazza su una retta via dalla quale si è ormai allontanato da troppi anni rifugiandosi nel conforto della dipendenza da alcolici e droghe. Nei giorni scorsi egli è stato infatti nuovamente arrestato a Sandbanks dopo aver scagliato un mattone contro un furgone come estrema reazione ad una lite con un fotografo. Condotto in centrale ed interrogato, Gascoigne è stato quindi rilasciato su cauzione ma già la settimana precedente si era messo nei guai perdendo il controllo di un cart sul campo da golf di Bournemouth e finendo in un fossato. In quell’occasione l’ex centrocampista era apparso visibilmente ubriaco ma era uscito illeso dalla disavventura. Nel suo caso la prospettiva di un ritorno ad una vita sana e magari ad un impiego nel mondo del calcio sembrano ormai sempre più un miraggio.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *