Varese-Bologna, le voci dei protagonisti


Dopo la fondamentale vittoria del Bologna contro il Varese, nel post partita hanno parlato mister Lopez e gli autori dei gol, Cacia e Sansone

– di Massimo Righi –

Diego Lopez in zona mista dopo la vittoria a Varese

Diego Lopez in zona mista dopo la vittoria a Varese

È un Diego Lopez soddisfatto quello che ha parlato con i giornalisti nel dopo gara. La vittoria in rimonta dei suoi ragazzi ha scacciato le nubi della crisi e di un suo possibile esonero: “Sono contento di tutta la parita, forse nel primo tempo servivano più determinazione e autorevolezza, perché avremmo potuto colpirli. Era una situazione difficile perché avevamo giocato nella loro metà campo senza riuscire a segnare, mentre loro hanno segnato alla prima occasione. Psicologicamente era difficil reagire ma la squadra l’ha fatto e sono contento perché queste partite si possono anche perdere, mentre noi abbiamo dato prova di carattere. Sono contento anche di chi è entrato, e per me questo conta molto. Nel secondo tempo abbiamo cambiato, passando al 4-2-3-1. Ho tolto Buchel ma non perché stesse facendo male, anzi sono molto contento della partita che ha fatto, solo non volevo che facesse la fine di Bessa come col Vicenza. Mbaye? Può crescere e migliorarsi perché ha ampi margini per farlo, ma ho pensato che si potesse fare meglio con Ceccarelli e per questo ho scelto di cambiarlo. Il 4-2-3-1? Abbiamo le caratteristiche per giocare con questo modulo, oggi l’ho fatto, ma non era la prima volta. Abbiamo anche tirato di più in porta, lo volevamo, siamo stati più aggressivi, determinati e il risultato è arrivato anche per questo. Ora c’è il Modena in casa, ma non sarà un problema. Certo, dobbiamo migliorare ma bisogna cercare di fare in casa quello che facciamo fuori. Stiamo ottenendo risultati in trasferta e non in casa ed è un peccato per la gente e dispiace sia a me che ai giocatori. Ora dobbiamo accantonare questa vittoria e mantenere l’equilibrio. Adesso abbiamo due giorni per riposare e ricaricare le batterie. Cacia mi ha dedicato i gol? Li deve dedicare i gol a se stesso, perché è uno che lavora molto per la squadra. A volte gli attaccanti segnano e a volte no, ma bisogna crederci sempre. Noi allenatori siamo sempre a rischio, non è una cosa che succede solo a Bologna, ma bisogna cercare di essere sempre positivi e di avere equilibrio: il lavoro che è fondamentale”.

Daniele Cacia, autore di una doppietta

Daniele Cacia, autore di una doppietta

Successivamente, in mixed zone, sono intervenuti anche Sansone e Cacia. Ecco le parole dell’ex attaccante doriano: “Il loro gol è capitato a sorpresa perche stavamo giocando bene . Poi pero siamo stati bravi a reagire e a ribaltare la situazione. Oggi era importante vincere. Il gol su azione? Mi mancava. Fuori casa raccogliamo di più, non so il motivo perché ci impegnamo sempre anche in casa, dove ci è girata male e dove dobbiamo iniziare a vincere. Oggi tutto è andato bene, a volte va così, altre meno, di certo l’impegno non manca mai. Il mio ingresso? La squadra stava attaccando anche prima, ma anche con me in campo le cose sono andate per il meglio e abbiamo chiuso la partita. Il Modena? C’è aspettativa, è chiaro, dovremo preparare la partita in settimana come sempre, con la massima attenzione. Il campionato è lungo, la classifica è corta e può succedere di tutto. Dobbiamo stare concentrati”. Queste invece, le parole di Cacia: “Per un attaccante il gol è importantissimo ma al di là della gioia personale c’è la vittoria di squadra. Non era facile, dopo essere andati sotto in un campo comunque difficile dove, dopo esserci ricompattati siamo riusciti ad imporci e a vincere di squadra. Io quello delle imprese? No, preferisco che la squadra abbia continuità e che continui sulla strada giusta. Anche oggi è stata dura perché quando incontri squadre che si difendono così, tutte dietro la linea della palla, è difficile trovare spazi e quando hai le occasioni le devi sfruttare, proprio come abbiamo fatto oggi quando li abbiamo colpiti e fatto perdere l’orientamento. Ora dobbiamo migliorare in casa. Il derby con il Modena? Per noi è una partita come le altre, anche se sappiamo che per i tifosi non è così. Quel che conta è dare continuità a quello che stiamo facendo, visto che abbiamo dimostrato di essere stati più forti delle difficoltà incontrate nelle ultime partite. Dedico la mia doppietta a tutta la squadra e a mister Lopez che ha creduto in me anche quando poteva darmi un po’ di fiato, invece ha riposto in me grande fiducia. Ho segnato 10 gol e superato i 100 in B, ma soprattutto spero di farne altri che possano servire alla squadra per raggiungere l’obiettivo”.

Print Friendly



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *