Vecchi: “Faremo oltre 1500 abbonati. La Virtus prenderà una guardia top”


Parla Loredano Vecchi, amministratore delegato Virtus, tra polemiche per gli abbonamenti ed un ultimo importante acquisto per completare il roster

– di Alberto Bortolotti –

L’input che il management ha fornito alla parte tecnica è chiaro. Siamo una squadra competitiva, il pivot americano preso è forte. Se occorrono 15 giorni di attesa per una guardia altrettanto all’altezza, utilizziamoli. Non abbiamo fretta. Siccome vogliamo arrivare nei play-off e possibilmente fare anche qualche partita, magari pure divertendo il pubblico, le scelte vanno soppesate bene“.

Chi parla è Loredano Vecchi, manager di area cooperativa catapultato dalla proprietà in Virtus Pallacanestro per fare l’amministratore delegato dopo un periodo che lui definisce di “volontariato”. In sede con il vicepresidente Sermasi, di estrazione SEF Virtus (la “Casa Madre”che ha appena compiuto 145 anni).

Loredano Vecchi

Loredano Vecchi, amministratore delegato della Virtus

Andiamo subito al punto dolente: gli abbonamenti.
Sì, ci aspettavamo contestazione. Mica solo i social, l’avevano anticipata anche organi di stampa più “tradizionali”. Dico la mia? Ci trovo un po’ di strumentalizzazione. Il nostro settore popolare costa 220 € (180 per i club organizzati). I “cugini” Fortitudo l’hanno messo a 190. Comunque, i numeri dicono che la gradinata in 5 anni è scesa da 500 appunto a 220 €, e il parterre 1a fila da 4000 a 2500 (meno, in proporzione: come è giusto)“.

Vi accusano di avere “profanato” le immagini di Canna e Brunamonti per la campagna abbonamenti.
Le due “icone” in oggetto, dico con certezza, sono ben contente. Rappresentano l’orgoglio del passato, il presente però è molto difficile. Cerchiamo – questo è il messaggio di Alberto Bucci – di sviluppare la nostra “cantera”. Ma non stiamo nella nostalgia, non serve“.

Obiettivo realistico? Quanti abbonati?
Tra i 1500 e i 2000. Negli ultimi anni abbiamo oscillato tra i 1700 e i 2000, ricavo medio lordo dell’anno scorso poco più di 300 € a tessera“.

Chiusura il 1° ottobre, deadline assoluta?
Prolungarla comporterebbe problemi burocratici. Vedremo“.

Non avete chiesto scusa.
Parla Sermasi: “E a che serve? Dobbiamo solo metterci in condizione di fare meglio“.

L’anno scorso è successo che…
…intanto sono cambiati 3 Presidenti (Villalta, Bertolini, Bucci, n.d.r.), non una cosa così usuale. Poi, forse, è mancato un pugno sbattuto sul tavolo. La proprietà è diffusa, ora siamo tra i dilettanti, ma la struttura è da club professionistico“.

Chiosa finale ancora sulla squadra. Convincere qualcuno che è forte e si reputa tale a scendere (o non salire) di livello è complicato. Con un pacco di soldi sul tavolo sarebbe venuto anche Allen, chiaro. Ma non ci sono. Quindi, pazienza e occhio attento.

A proposito: perchè il giorno della presentazione non si è visto il pallone?
No, gli ultimi 10′ si è visto, anche io ne avevo notato l’assenza. E Ndoja e Rosselli hanno tirato. Avranno molte altre occasioni per farlo. Spero bene“.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *