Ventura confermato ct fino al 2020: obiettivo Mondiali ed Europei


Il ct azzurro Gian Piero Ventura ha prolungato fino al 2020 con la FIGC ed ora lavora sul doppio obiettivo Mondiali-Europei

– di Marco Vigarani –

La stretta di mano tra Giampiero Ventura e Carlo Tavecchio
(ph. It.eurosport.com)

C’è aria di conferme in casa azzurra e dopo il rinnovo di Gigi Di Biagio alla guida della selezione Under 21 è arrivato anche quello di Gian Piero Ventura come ct della Nazionale. La scadenza dell’accordo con la FIGC viene quindi portata al 2020 ampliando così il raggio d’azione del tecnico fino ai prossimi Europei. “Questa fiducia – ha detto l’allenatore – mi dà ulteriore stimolo per fare qualcosa di importante. Abbiamo iniziato un cambio generazionale e tre obiettivi: qualificarci per i Mondiali, essere la sorpresa dei Mondiali ed essere fra i favoriti per l’Europeo. Andare ai Mondiali e basta non serve a niente, bisogna ritagliarsi uno spazio da protagonisti. Solo così dimostreremo di aver costruito qualcosa di importante“. Dal 18 luglio 2016 il ct azzurro ha ottenuto finora 8 vittorie, 2 pareggi ed 1 sconfitta (contro la Francia in occasione dell’amichevole d’esordio) ma soprattutto è atteso ad inizio settembre dalla trasferta fondamentale in Spagna. Vincere in terra iberica vorrebbe dire portarsi al comando del girone e fare un passo fondamentale verso la qualificazione ai Mondiali di Russia 2018, non ottenre i tre punti spalancherebbe di fatto le porte del playoff con tutte le altre migliori seconde classificate degli altri gironi. Punzecchiato poi sul tema scottante degli stage, Ventura ha ammesso: “Non so se saranno di più quest’anno. Sono stati fondamentali perché avevano una finalità ben precisa: prendere per mano tutti i giovani di grande potenzialità, senza l’obbligo di risposte immediate. L’ultimo stage l’ho abolito per andare incontro ai presidenti. Il problema non è quanti ne facciamo, ma come li facciamo“. Il presidente federale Tavecchio ha poi aggiunto: “Il rinnovo del contratto di Ventura fino al 2020 è un riconoscimento della fiducia del sistema al ct e vogliamo metterlo nella migliore condizione spirituale possibile per affrontare la difficile e determinante partita con la Spagna che è di importanza notevole anche se non la fine del mondo. È un incontro importante e sapete tutti quanto vale“.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *