Verso i Mondiali: nel weekend le sudamericane hanno lanciato un segnale


Nel weekend sono andati in scena 21 gare amichevoli e le sudamericane hanno dominato. Per l’Europa ok Portogallo, Inghilterra e Svizzera

– di Marco Vigarani –

Dura lezione del Brasile ai padroni di casa della Russia (ph. Getty Images)

L’Italia non ci sarà, ma non è questo un motivo valido per ignorare i Mondiali che andranno in scena la prossima estate in Russia. Mancano due mesi e mezzo al fischio d’inizio del primo match e si è esaurito un interessante weekend di amichevoli che ha visto ben 20 squadre qualificate scontrarsi tra loro più altre 11 impegnate in amichevoli singole. Unica assente all’appello il Belgio. Prima di analizzare nel dettaglio l’accaduto, si può certamente affermare che le squadre provenienti dal Sud America intendono fare la voce grossa per riportare nel Nuovo Continente un trofeo che manca ormai dal 2002 quando il Brasile tornò vittorioso dalla Corea del Sud. Per l’Argentina invece bisogna tornare indietro al 1986 mentre invece l’Uruguay, formazione agguerrita ma attualmente considerata outsider, ottenne il suo ultimo trionfo nel 1950. Sicuramente è presto per lanciare l’allarme ma non si può nascondere che le cinque qualificate sudamericane abbiano riportato altrettanti successi lasciando quasi sempre a secco l’avversario di turno.

Iniziamo dalle dieci sfide disputate tra Nazionali che parteciperanno ai prossimi Mondiali per rilevare i trionfi del Brasile sui padroni di casa della Russia (3-0), del Messico contro l’Islanda (3-0) ed anche il successo decisamente netto del Perù ai danni della Croazia (2-0). Merita un capitolo a sè la Colombia che ha ribaltato il risultato ai danni della Francia prendendosi una clamorosa vittoria per 3-2. Ha sofferto, rimontato e vinto solo nel finale per 2-1 anche il Portogallo impegnato contro l’Egitto mentre invece a sorpresa la Polonia si è fatta battere di misura dalla Nigeria. Minimo scarto ma vittoria ottenuta anche per Danimarca (su Panama) e Tunisia (sull’Iran). Unico pareggio senza vincitori nè vinti nell’atteso Germania-Spagna terminato sul punteggio di 1-1. Colpo del Marocco che ha vinto 2-1 sulla Serbia.

Al Portogallo è servita una doppietta di Ronaldo per battere l’Egitto (ph. Daily Mail)

Proseguiamo quindi con le selezioni che, pur impegnate in test spesso meno probanti, hanno comunque riportato una vittoria e quindi possono guardare al prossimo futuro con discreto ottimismo. Anche in questo caso si parte dal Sudamerica con Argentina ed Uruguay capaci di rifilare ognuna un secco 2-0 all’avversario di turno (rispettivamente Italia e Repubblica Ceca). Abbastanza convincenti anche le prove di Inghilterra, Svizzera e Costa Rica che hanno battuto per 1-0 Olanda, Grecia e Scozia mentre invece la Svezia ha avuto la meglio sul combattivo Cile con il punteggio di 2-1.

Rimane quindi un quintetto di squadre che esce dal primo giro di amichevoli piuttosto deluso nonostante un probabile ruolo da comparse nella kermesse russa. Partiamo da tre pareggi per 1-1: il Giappone non è riuscito a battere il Mali, l’Arabia Saudita è stata fermata dall’Ucraina ed il Senegal ha impattato contro l’Uzbekistan. Se però pensate che la sconfitta per 1-2 della Sud Corea contro il Nord Irlanda sia stato il risultato peggiore, pensate all’Australia che si è fatta travolgere dalla Norvegia per 1-4.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *