Verso il mercato: Floccari, Calleri e la sinergia con l’Inter


Oltre a Floccari, il Bologna guarda a diversi nomi in casa Inter a partire da Calleri. In uscita Crimi, Falco e Mancosu ma anche Acquafresca. Distanza di 1 milione per Danilo Asprilla

– di Marco Vigarani –

Mancosu finalmente in gol contro la Lazio (ph. Bologna)

Mancosu piace a Cesena, Novara e Brescia (ph. Bologna)

La piega positiva presa dalla stagione del Bologna non può e non deve nascondere la necessità di rinforzare e completare la rosa alla luce sia del rendimento scadente di qualche atleta sia delle condizioni fisiche preoccupanti di altri. Pantaleo Corvino ha confermato l’intenzione di proseguire nella linea che prevede l’arrivo di giocatori esperti insieme ad alcuni giovani promettenti ma anche lo sfoltimento di una rosa ancora troppo ampia. Dovrà essere trovata una collocazione per ragazzi che non hanno speranza di vedere il campo ed erano consci sin dall’inizio di questa possibilità e hanno accettato di provare a mettersi in gioco lo stesso in Serie A ma soprattutto per l’attaccante Mancosu, finora il vero flop dell’esperienza del ds salentino in Emilia. Sulle tracce della punta ci sono Cesena e Novara ma soprattutto il Brescia su preciso input del tecnico Boscaglia che vorrebbe lavorare di nuovo con il centravanti dopo la bella esperienza a Trapani. Nelle ultime settimane Donadoni sta cercando di ottenere risposte anche da ragazzi con pochissimo minutaggio per capire su quali forze può effettivamente contare in vista del girone di ritorno a partire dagli ex interisti Mbaye e Crisetig. Nonostante le richieste, Pulgar dovrebbe restare a Bologna mentre invece Crimi ha sul tavolo una proposta della Salernitana e Falco potrebbe tornare al Trapani dove ha ben figurato nella scorsa stagione.

Jonathan Calleri è un astro nascente del calcio argentino (ph. MediaGol)

Jonathan Calleri è un astro nascente del calcio argentino (ph. MediaGol)

Per quanto riguarda le priorità in entrata, la prima riguarda senza dubbio l’attacco ed in particolare l’esperto Sergio Floccari, già sondato da diverse settimane ripristinando un rapporto non idilliaco con il ds sassolese Angelozzi a causa degli scippi estivi di Defrel e Duncan. Il ragazzo è interessato a giocare con continuità ma anche a firmare un nuovo contratto almeno fino al 2017, ma il Sassuolo ha bisogno di un attaccante di scorta per la panchina a maggior ragione visto che il Genoa si è fatto sotto per Floro Flores. Il Bologna avrebbe provato anche a proporre ai neroverdi qualche contropartita tecnica ricevendo una risposta tiepida ma non ha alcuna intenzione di perdere terreno per Floccari, sondato anche dal Frosinone. L’altra pista per l’attacco è quella suggestiva che porta a Jonathan Calleri, talento cristallino del calcio argentino che l’Inter starebbe per rilevare dal fondo di investimento proprietario del cartellino per poi girarlo in prestito ad un club che abbia ancora libero un posto da extracomunitario e possa garantirgli un buon periodo di ambientamento. Il Bologna è, insieme al Chievo, una delle destinazioni più probabili ma c’è ancora da lavorare prima di poter confermare la riuscita dell’operazione a maggior ragione vista la ritrosia di Corvino nel lavorare per allevare atleti per conto di altri.

Danilo Asprilla, attaccante colombiano che milita in Bulgaria (ph. Daily Motion)

Danilo Asprilla, attaccante colombiano che milita in Bulgaria (ph. Daily Motion)

L’asse tra il Bologna ed i nerazzurri poi risulta particolarmente interessante visto che nelle ultime settimane si sono fatti diversi nomi in entrambi i sensi. Jonathan Biabiany è in cima alle preferenza di Donadoni ancora più di Iturbe per il quale è passato in vantaggio il Watford, ma piacerebbero anche il terzino Danilo D’Ambrosio ed il centrale Andrea Ranocchia, in particolare giunto assolutamente al capolinea della sua esperienza interista ma forte di un contratto da oltre 2 milioni di euro annui fino al 2019. Il club milanese avrebbe poi proposto (senza trovare grande interesse) Montoya e Dodo oltre al giovanissimo Gnokouri chiedendo inoltre la disponibilità ad avere un canale preferenziale nel futuro per l’acquisto di Masina e Diawara, le due giovani stelle in rampa di lancio nella rosa felsinea. Suggestioni estere continuano ad accostare al Bologna anche il nome di Gaston Faber, centrocampista uruguaiano classe 1996 in forza al Danubio, che sta completando le pratiche per ottenere il passaporto italiano in vista di un possibile sbarco in Serie A a gennaio. Corvino avrebbe fatto un tentativo anche per Danilo Asprilla, prolifica punta colombiana 26enne tesserata dai bulgari del Litex Lovec che però hanno inizialmente richiesto 2,5 milioni di euro ritenuti troppo elevati dal Bologna che offriva un milione in meno: si tratta per limare la distanza tra le parti.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *